QR code per la pagina originale

Megabox entro fine anno, il ritorno di Kim Dotcom

Kim Dotcom si prepara al lancio di Megabox, la piattaforma musicale nata dalle ceneri di Megaupload.

,

Kim Dotcom sta per tornare. Dopo la chiusura di Megaupload (e Megavideo) del gennaio scorso, portata a termine con una spettacolare operazione di polizia, l’imprenditore tedesco è ormai pronto per il debutto della sua nuova piattaforma Megabox, questa volta dedicata interamente alla musica e soprattutto inattaccabile dal punto di vista legale.

Del progetto si è già parlato più volte: si tratta di un servizio che nasce con l’intenzione di mettere in diretto contatto i musicisti con i loro fan, tagliando fuori di fatto tutti gli intermediari che lucrano sulla distribuzione di brani e album. Un attacco frontale al sistema di business delle major discografiche, che consentirà a chi ascolta di poter accedere a un catalogo smisurato gratuitamente o con un esborso economico contenuto, e alle band di incassare il 90% di quanto versato o proveniente dalle pubblicità.

Non si tratta certo del primo servizio di questo tipo, ma Megabox può contare su un hype senza precedenti, dovuto proprio al suo stretto legame con la piattaforma che per anni ha rappresentato il lido più frequentato per la condivisione dei file online. Un nuovo MySpace? Forse, di certo è chiara l’intenzione di conferire al tutto un taglio “social”, con la possibilità di votare i brani, inviarli ai propri contatti, consigliarne l’ascolto, contribuire all’evoluzione delle classifiche e molto altro ancora. Il tutto, ovviamente, con pieno supporto ai dispositivi mobile come smartphone e tablet.

Notizie su: