QR code per la pagina originale

PrivacyFix per proteggere la privacy sul Web

PrivacyFix è una nuova estensione per Google Chrome e Firefox che consente di gestire facilmente la propria privacy su siti Web come Google e Facebook.

,

Google, Facebook e altre importanti piattaforme hanno suscitato serie preoccupazioni per la privacy tra gli utenti, i quali hanno dovuto imparare a impostare manualmente, e a volte con non poche difficoltà, tutti i settaggi necessari a proteggere i propri dati online. È però appena stato rilasciato PrivacyFix, una nuova estensione per browser che promette di proteggere la propria privacy al meglio e senza troppi grattacapi.

PrivacyFix è un’estensione per Google Chrome e Mozilla Firefox, attraverso cui sarà possibile controllare automaticamente le impostazioni della privacy su siti Web specifici, tra cui Facebook e Google. Dopo averla installata, si aprirà una finestra nel proprio browser dove vengono mostrate le impostazioni di default del sito Web desiderato, e da lì sarà possibile gestire facilmente la propria sicurezza online.

Tale extra va anche a classificare diversi siti Web in base alle loro politiche di sicurezza e di privacy, provvedendo a svelare agli utenti se vi sono inserzionisti e altre terze parti che tengono traccia delle loro attività in vari portali. L’estensione non mostra comunque tutte le impostazioni per regolare la propria privacy, ma si concentra su quelle più critiche e considerate fondamentali, cercando così di operare un controllo massimalista che porti all’obiettivo: gestire più account e più impostazioni almeno a livello macroscopico.

PrivacyChoice, la compagnia dietro tale progetto, spiega come PrivacyFix sia stato progettato «per non trasmettere o condividere i vostri dati (cronologia, cookie o impostazioni per la privacy). Tutti i calcoli necessari avvengono all’interno del browser utilizzando formule generiche e dati inviati dal nostro server. Gli unici dati che il browser invia al nostro server sono dati tecnici standard (come il vostro indirizzo IP), che prontamente andiamo a eliminare».

Fonte: PrivacyFix • Via: Cnet • Immagine: PrivacyFix • Notizie su: