QR code per la pagina originale

Adobe aggiorna Reader per iOS e Android

Adobe ha aggiornato Reader per iOS e Android. Diverse le novità in arrivo, tra cui un servizio di cloud storage e nuovi form interattivi.

,

Reader, l’applicazione ufficiale di Adobe per la gestione di documenti in formato PDF, è pronta a mostrarsi agli utenti in una nuova veste. La società statunitense ha infatti annunciato l’arrivo di una nuova versione del software dedicata ad iOS e Android, la quale introdurrà una serie di importanti novità.   Se nel caso del robottino verde l’app può essere già aggiornata mediante Google Play, per quanto concerne la piattaforma Apple sarà necessario attendere l’approvazione da parte del team che si occupa del filtraggio delle app per l’ingresso nello store.

La nuova edizione di Reader porta dunque con sé un nuovo servizio per la sincronizzazione dei documenti mediante i server di Adobe, fornendo all’applicazione un forte accento cloud che sarà sicuramente apprezzato dagli utenti. In pochi tap sarà possibile inviare un file nella nuvola per aprirlo poi su di un altro dispositivo, avendo a disposizione anche eventuali note appuntate grazie agli appositi strumenti inclusi all’interno del software.

Giunti in estate su iOS, i form interattivi sono finalmente disponibili anche su Android, rivisti nel corso delle ultime settimane per migliorarne le prestazioni ed includere nuove funzionalità. In arrivo inoltre l’integrazione con FormsCentral, un servizio di Adobe che consente di creare documenti PDF contenenti form interattivi in grado di consentire lo storage di dati immessi dall’utente. Il team della società ha inoltre migliorato la gestione della stampa su iOS, afflitta da una serie di problemi legati alla non completa implementazione delle specifiche di tale standard all’interno della piattaforma di Apple.

L’elenco delle novità si chiude con il supporto ai watermark dinamici, i quali consentono di ottenere una migliore gestione dei diritti d’autore. Reader per Android, come detto, può essere già scaricato da Google Play, mentre nel corso dei prossimi giorni sarà disponibile anche all’interno dell’App Store, in entrambi i casi gratuitamente.

Fonte: Adobe • Notizie su: