QR code per la pagina originale

Twitter acquisisce Cabana

Twitter ha messo le mani su Cabana, società particolarmente attiva nello sviluppo di tool per la creazione di app, sia mobile che non.

,

Il carrello della spesa di Twitter si arricchisce di un nuovo nome. Trattasi di Cabana, società operante nello sviluppo di tool per la creazione di software dedicati al mondo mobile tra i cui ultimi prodotti figura Fan Page Mobilizer, un’applicazione che aiuta le aziende a portare sui dispositivi mobili la propria presenza su Facebook. I termini dell’accordo non sono stati ancora diramati, ma ciò che è certo è che i servizi offerti fino ad oggi saranno dismessi a partire dal 1 dicembre.

Oltre ad aver acquisito pieni diritti sui software realizzati fino ad oggi dall’azienda, Twitter ha inoltre arricchito il proprio staff con un team che sul campo ha già dimostrato la propria valenza. Gli impiegati di Cabana entreranno quindi a far parte del gruppo che si occupa dello sviluppo della piattaforma del social network, dedicandosi con ogni probabilità allo sviluppo di nuove soluzioni da distribuire agli sviluppatori esterni per la realizzazione di sistemi di integrazione con il portale da 140 caratteri.

In un post sul proprio blog ufficiale, infatti, l’azienda ha annunciato che il passaggio di proprietà consentirà al team di Cabana di «creare nuove esperienze su Twitter e di arricchire ulteriormente il già largo ecosistema» del social network. Il servizio per i cinguettii, insomma, beneficerà dell’apporto garantito dai nuovi sviluppatori sia in termini diretti che indiretti, con novità che potrebbero riguardare anche le tanto criticate nuove API fornire dal social network.

L’acquisizione, inoltre, potrebbe sancire il passaggio di Twitter ad un approccio meno testuale ma più visuale, usufruendo dell’esperienza e delle conoscenze del nuovo team per arricchire ulteriormente il già ampio pacchetto di servizi e prodotti offerti all’utenza, sia privata che professionale. Il social network dei cinguettii, insomma, intende allargare il proprio nido per accogliere nuovi nomi e nuovi volti, al fine di realizzare un portale sempre più ricco e funzionale.

Fonte: TechCrunch • Notizie su: