QR code per la pagina originale

Asus, un milione di Nexus 7 al mese

Il Nexus 7 ha raggiunto quota 1 milione di unità vendute al mese, confermando la bontà della collaborazione tra Google ed Asus.

,

Il Nexus 7, primo tablet realizzato da Google in collaborazione con Asus, continua a riscuotere successo tra gli utenti di tutto il mondo: nella conferenza indetta dal gruppo asiatico per rendere noti i dati relativi all’ultima trimestrale, infatti, è stato sottolineato come il tablet sia riuscito a toccare quota 1 milione di unità vendute nel corso dell’ultimo mese, registrando di fatto un record assoluto per tale dispositivo. Il tutto conferma quindi l’importante stato di forma vissuto da Android anche nel settore delle tavolette digitali, benché il distacco dall’iPad sia ancora piuttosto ampio.

Se il Nexus 7 ha venduto 1 milione di unità in un mese, infatti, l’iPad di Apple ha registrato 14 milioni di pezzi venduti nel corso dell’ultimo trimestre, ovvero quasi cinque volte quanto fatto dal tablet di Asus. Quest’ultimo, tuttavia, con il proprio prezzo aggressivo e funzionalità di primo piano continua a macinare numeri su numeri, incrementando l’interesse da parte dell’utenza nei suoi confronti: nei mesi precedenti, infatti, Asus registrava tra le 500 mila e le 700 mila unità vendute (nel migliore dei casi), mentre i dati relativi agli ultimi periodi mostrano una decisa crescita da tale punto di vista.

L’ingresso sul mercato delle nuove versioni del tablet Nexus annunciate nei giorni scorsi, caratterizzate sostanzialmente dallo stesso prezzo della precedente edizione a fronte di un sensibile aumento dello spazio di archiviazione disponibile, potrebbe quindi rappresentare un’ulteriore iniezione di benzina nel carburante del progetto Nexus. Il periodo natalizio, d’altro canto, è piuttosto vicino e Google ha con ogni probabilità programmato l’esordio dei nuovi dispositivi proprio a cavallo del Natale, proponendosi come soluzione di alta qualità ma decisamente economica sugli scaffali dei negozi.

L’arrivo dell’iPad Mini potrebbe per certi versi scombussolare i piani dell’azienda di Mountain View, benché la risposta del pubblico nei primi giorni successivi alla presentazione di tale dispositivo sia stata leggermente più fredda di quanto previsto alla vigilia. Il Nexus 7, insomma, potrebbe usufruire dell’importante vantaggio di godere di un prezzo decisamente inferiore (199 dollari contro 329 dollari per l’edizione da 16 GB) per rosicchiare fette di mercato alla mela morsicata ed imprimere il marchio di fabbrica del robottino verde sull’intero mercato.

Fonte: Wall Street Journal • Notizie su: