QR code per la pagina originale

Apple, arrivano iOS 6.0.1 e 6.1 Beta

Apple ha reso disponibili due update per iOS: trattasi delle versioni 6.0.1 e 6.1 Beta.

,

Doppio rilascio in casa Apple: l’azienda di Cupertino ha infatti avviato la distribuzione delle versioni 6.0.1 e 6.1 Beta di iOS, il sistema operativo dedicato ai dispositivi mobile della mela morsicata. Se il primo update giunge in queste ore sui dispositivi di tutti gli utenti che hanno già installato iOS 6, il secondo invece è dedicato esclusivamente a coloro che partecipano al programma sperimentale per l’accesso alle versioni in anteprima del sistema operativo.

iOS 6.0.1 porta con sé una serie di miglioramenti dedicati soprattutto ad iPhone 5, ove risolve in primo luogo un problema legato agli aggiornamenti OTA. Inoltre, è stato risolto un bug che rendeva la tastiera di difficile utilizzo in particolari circostanze, è stata migliorata la gestione delle reti Wi-Fi protette da cifratura WPA2, elimina un problema che causava la presenza del flash della fotocamera acceso anche quando non necessario e impedisce la visualizzazione dei dettagli delle proprie prenotazioni presenti in Passbook quando il dispositivo è bloccato.

Per quanto concerne invece iOS 6.1, la Beta giunta nelle scorse ore introduce un nuovo pulsante per la segnalazione di errori nell’applicazione Mappe, vero e proprio tallone d’Achille dell’iPhone 5 e più in generale di iOS 6, e modifica l’interfaccia del player multimediale accessibile dalla schermata di blocco. Per ora non sono noti ulteriori cambiamenti, i quali potrebbero essere rilevati dagli utenti nel corso delle prossime ore.

iOS 6.0.1 può essere scaricato sia dai server Apple attraverso iTunes per avviare l’aggiornamento tradizionale, sia direttamente dal proprio dispositivi per utilizzare il sistema OTA messo a disposizione dall’azienda di Cupertino. Nel primo caso il file da scaricare ha una dimensione di 938 MB, nel secondo invece di soli 69 MB. iOS 6.1, invece, è disponibile esclusivamente per coloro che hanno aderito al Developer Program di Apple.

Fonte: The Next Web • Via: 9to5Mac • Notizie su: