QR code per la pagina originale

Addio Windows LIVE Messenger, è ufficiale

Microsoft chiuderà Windows Live Messenger nei prossimi mesi, e in tutti i Paesi tranne che in Cina, per favorire Skype: la notizia è ora ufficiale.

,

Microsoft chiude Windows LIVE Messenger per favorire Skype. Non si tratta più di un’indiscrezione, ma la notizia è ufficiale dato che è appena stata confermata dal gruppo di Redmond con un aggiornamento diramato sul blog di Windows e su quello di Skype. Dopo dodici anni di attività, il network per la chat istantanea chiuderà i battenti nei prossimi mesi e in tutti i Paesi tranne che in Cina.

Con l’uscita di Skype 6.0 per Mac e Windows sarà possibile accedere a Skype con un account Microsoft. Basterà aggiornarsi alla versione più recente, accedere e i contatti di Messenger si uniranno ai contatti di Skype.

Dodici anni fa, Microsoft rilasciò la prima versione di Messenger per aiutare le persone a chattare con nuovi amici e con i vecchi contatti e, in effetti, il software è stato utilizzato da talmente tante persone da rappresentare il “Facebook dei primi anni 2000”. Ma negli ultimi tempi sono cambiate molte cose sia in Microsoft stessa che nel modo in cui le persone restano connesse: adesso si comunica più via smartphone, via Facebook e Twitter, mentre Skype è divenuto lo strumento più utilizzato per avviare chiamate vocali e video, nonché per chattare.

Negli ultimi anni sempre più persone hanno detto addio a Windows LIVE Messenger per chattare su Facebook e videochiamare su Skype. A Microsoft non è dunque rimasto altro che dire addio a tale software per favorire il proprio client VoIP, peraltro integrato ormai da tempo con il social network di Mark Zuckerberg. L’azienda di Steve Ballmer invita di conseguenza tutti coloro che ancora oggi utilizzano Messenger a scaricare – o aggiornare – l’ultima versione di Skype, la 6.0, che consentirà di accedere al servizio con il medesimo account usato per Messenger, Hotmail, Outlook.com e per gli altri servizi targati Microsoft.

Una volta fatto l’aggiornamento, gli utenti troveranno le seguenti feature:

• Instant messaging, video-chiamata, e chiamate verso numeri fissi e cellulari
• la condivisione degli schermi
• video-chiamata sui telefoni cellulari
• video-chiamata con gli amici di Facebook
• video-chiamate di gruppo.

100 milioni di utenti circa che si sono connessi a Messenger migreranno presto a Skype, che attualmente conta 280 milioni di utenti attivi al mese: ciò significa che, potenzialmente, il software potrebbe aumentare la propria base del 36% circa. La mossa non arriva comunque del tutto a sorpresa, dato che era un po’ ciò che tutti si aspettavano quando il gruppo di Redmond ha acquistato il client VoIP per 8,5 miliardi di dollari.

Con questo aggiornamento, Messenger andrà in pensione in tutti i paesi del mondo nel primo trimestre del 2013 (con l’eccezione della Cina continentale, dove continuerà ad essere disponibile) ma grazie alle nuove feature, amerete il nuovo Skype.

Fonte: Windows • Via: Microsoft • Notizie su: