QR code per la pagina originale

BlackBerry 10, speranze e timori per la piattaforma

BlackBerry 10 ottiene la certificazione FIPS 140-2 e potrà essere impiegato dalle agenzie governative, ma c'è chi non crede nel suo successo.

,

BlackBerry 10 è la piattaforma in cui Research In Motion ripone tutte le proprie speranze per risollevarsi da una situazione piuttosto preoccupante. Il sistema operativo apporterà un gran numero di cambiamenti rispetto al passato, con funzionalità inedite e studiate per andare a scontrarsi direttamente con i big del settore mobile come Android, iOS e Windows Phone, ma sono in molti a definire il progetto “dead on arrival”, cioè destinato inesorabilmente a fallire ancor prima di fare il suo debutto.

Previsioni che di certo non giovano al business di RIM, con un continuo ribasso nelle quotazioni di borsa. Il timore principale manifestato dagli utenti è quello di veder esordire un sistema operativo completamente diverso rispetto a quello a cui sono abituati, con un numero troppo esiguo di applicazioni e uno scarso supportato da parte della community di sviluppatori. Dal canto suo l’azienda risponde che le cose andranno diversamente, con i primi test condotti presso gli operatori di telefonia che hanno dato esiti positivi e l’impegno per supportare al meglio la piattaforma. Va inoltre tenuto in considerazione l’ottenimento della certificazione FIPS 140-2, che garantisce la sicurezza dei dati immagazzinati e consentirà a BlackBerry 10 di essere utilizzato dalle agenzie governative.

Il debutto è atteso per i primi mesi del 2013, con la commercializzazione di alcuni smartphone caratterizzati da un display di circa 4-4,5 pollici. Un ulteriore passo falso metterebbe il gruppo canadese in ginocchio, dopo che negli ultimi anni si sono registrate perdite considerevoli anche in ambito business, un segmento di mercato in cui il marchio BlackBerry era sempre riuscito a ottenere ottimi risultati. L’obiettivo è dunque quello di recuperare quanto ceduto alla concorrenza di iOS e Android, ma centrarlo non sarà di certo un’impresa semplice.

Notizie su: