QR code per la pagina originale

Apple e HTC giungono all’accordo legale

Apple e HTC hanno raggiunto un accordo globale tramite cui chiuderanno tutte le cause in corso e potranno utilizzare i rispettivi brevetti.

,

Apple ha trovato un accordo di licenza con HTC, grazie al quale verranno chiuse tutte le cause legali attualmente in corso tra le due società. Come parte di questo accordo, i due gruppi potranno utilizzare per dieci anni i brevetti già depositati e quelli futuri, in maniera reciproca. Non è stato diffuso alcun dettaglio circa i termini economici previsti.

L’annuncio è stato diramato attraverso un comunicato stampa sul sito ufficiale Apple, piuttosto laconico ma contente anche le dichiarazioni di Tim Cook, CEO di Apple, e di Peter Chou, amministratore delegato di HTC. I due hanno rispettivamente commentato come siano «lieti di aver raggiunto un accordo con HTC. Continueremo a rimanere focalizzati sull’innovazione dei nostri prodotti» e come «HTC è lieta di aver risolto il contenzioso con Apple, dato che adesso possiamo concentrarci unicamente sull’innovazione e non sulle cause legali».

I termini dell’accordo sono strettamente confidenziali ma la licenza decennale sull’utilizzo dei brevetti delle rispettive aziende è valevole a livello globale. Secondo le indiscrezioni, sarebbe HTC a pagare una certa somma di denaro ad Apple per poter utilizzare un numero maggiore di proprietà intellettuali della mela rispetto a quelli che Cupertino andrà a prendere dall’azienda concorrente.

La notizia dell’accordo è giunta decisamente a sorpresa, soprattutto dopo che Apple ha vinto la causa contro Samsung. HTC è però un competitor minore rispetto a Samsung e sta ancora lottando per trovare un grosso spazio nel mercato degli smartphone, dunque probabilmente Cupertino avrà deciso che non vale la pena spendere tempo e risorse per combattere in tribunale un avversario che, in effetti, non rappresenta una seria minaccia tanto quanto il gruppo sudcoreano rivale.

HTC sarà sicuramente soddisfatta dato che potrà beneficiare senza alcun problema delle proprietà intellettuali Apple per creare dispositivi proprietari sempre migliori. Al contempo e in questo modo, Apple potrà avere un competitor che potrebbe togliere quote di mercato proprio a Samsung.

Notizie su: ,