QR code per la pagina originale

Play Tech: Google e Telefono Azzurro insieme

Play Tech è il progetto lanciato da Google e Telefoni Azzurro, con una serie di laboratori didattici che vedranno i figli impegnati nell'insegnare ai genitori come si utilizza Internet in modo responsabile.

,

Play Tech è il nome dell’iniziativa messa in campo da Google in collaborazione con Telefono Azzurro, presentata nella giornata di oggi con una conferenza andata in scena presso il liceo scientifico Guglielmo Marconi di Milano. “Genitori a lezione dai figli”, questo lo slogan del progetto, che prenderà il via prossimamente in fase sperimentale con laboratori didattici in alcune scuole sparse su tutto il territorio nazionale. Per una volta i ruoli si invertiranno: i giovani insegneranno a mamma e papà come familiarizzare con gli strumenti dedicati alla navigazione, per un utilizzo responsabile e sicuro della grande Rete.

Previsti anche alcuni workshop organizzati in collaborazione con la Polizia Postale, nei quali verrà affrontato il delicato tema della sicurezza sul Web. L’iniziativa si basa sul concetto di “peer to peer education”, ovvero la condivisione della conoscenza attraverso uno scambio intergenerazionale.

Secondo una recente indagine condotta da Eurispes (riportata nel comunicato stampa giunto in redazione), solo il 25% degli adolescenti parla in famiglia di Internet e delle proprie attività online, mentre il 20% dei genitori non possiede alcuna nozione di base sulla Rete o sui rischi che si possono celare dietro un utilizzo non responsabile dell’accesso al Web. È un gap da colmare, attraverso un processo di alfabetizzazione informatica che passa anche da progetti come quello messo in campo oggi da Google in collaborazione con Telefono Azzurro.

Nei laboratori verranno realizzate delle “pillole digitali” sul tema, filmati esplicativi che saranno poi caricati su YouTube e messi a disposizione di chiunque. Play Tech ha chiaramente un duplice obiettivo: rendere i genitori consapevoli dei rischi che corrono i propri figli in Rete, fornendo gli strumenti necessari alla loro tutela, e avvicinare le due generazioni coinvolgendole attivamente nel progetto.

Notizie su: