QR code per la pagina originale

Samsung contro LG: i brevetti OLED non sono validi

Samsung ha chiesto l'annullamento di alcuni brevetti sulla tecnologia OLED posseduti da LG, in quanto non rappresentano un'innovazione.

,

Samsung ha depositato presso un tribunale della Corea del Sud una causa contro LG con l’obiettivo di ottenere l’annullamento di alcuni brevetti utilizzati nella produzione di pannelli basati sulla tecnologia OLED. Alla fine di settembre, LG aveva denunciato la rivale per violazione di alcune proprietà intellettuali che Samsung avrebbe sfruttato per realizzare cinque prodotti della serie Galaxy con display AMOLED. Samsung e LG sono, rispettivamente, il primo e il secondo produttore mondiale di pannelli a cristalli liquidi.

L’ennesimo scontro legale tra i big dell’elettronica di consumo ha avuto origine circa due mesi fa, quando LG Display ha accusato Samsung di aver violato sette brevetti legati alla tecnologia OLED. I dispositivi incriminati sono cinque, tra cui gli smartphone della serie Galaxy (incluso il recente Galaxy S III) e i tablet Galaxy Tab, in particolare i modelli 7.7 e Note. Per tutti questi prodotti, LG ha chiesto il blocco delle vendite in Corea del Sud e il risarcimento dei danni, il cui ammontare non è stato comunicato.

La prima risposta di Samsung è arrivata pochi giorni dopo. Secondo il gigante asiatico, LG avrebbe cercato di “adescare” alcuni suoi ricercatori che si occupano della tecnologia OLED, nonostante siano ancora sotto contratto. Ora invece il produttore coreano attacca la rivale di sempre, chiedendo al giudice l’annullamento dei brevetti, in quanto “non validi per assenza di innovazione” e dunque non originali.

Alle già note vicende processuali tra Samsung e Apple, e tra Microsoft e Motorola, si aggiunge quindi un terzo scontro legale che vede coinvolti big del settore. Samsung e LG hanno un altro procedimento in corso in Australia e legato alle tecnologie di trasmissione 3D.

Fonte: Yonhap News Agency • Notizie su: