QR code per la pagina originale

Microsoft regala Windows 8 Pro ai pirati

Un bug nel processo di attivazione permette di avere una copia di Windows 8 con Media Center funzionante per un tempo illimitato.

,

Windows 8 è disponibile sui vari circuiti di file sharing sin dall’arrivo su MSDN e TechNet. Finora però non esisteva un metodo per attivare la copia pirata per un tempo indefinito, per cui il sistema operativo scadeva dopo 180 giorni. È stato però scoperto un bug di sicurezza nel processo di attivazione che permette di avere una copia di Windows 8 Pro perfettamente funzionante per un tempo illimitato, grazie all’upgrade Media Center offerto gratuitamente fino al 31 gennaio 2013. Microsoft quindi ha dato un aiuto ai pirati, “regalando” di fatto l’edizione più completa del nuovo sistema operativo.

Per ostacolare la pirateria, Microsoft non fornisce più le “volume keys”, ma ogni copia di Windows 8 richiede una chiave unica. Il processo di attivazione è gestito dal Key Management System (KMS) che i pirati hanno implementato attraverso un server locale installato sul computer dell’utente. Questo metodo permette di avere una copia identica all’originale, ma il sistema operativo deve essere riattivato ogni 180 giorni. Nel Centro Operativo di Windows 8 si leggerà la frase “La licenza d’uso di Windows 8 scade il giorno xx/xx/xxxx”.

Per ridurre il prezzo finale del sistema operativo, Microsoft ha eliminato i codec necessari alla riproduzione dei DVD, offrendo tale funzionalità con il Media Center Pack, disponibile separatamente. Per un tempo limitato si può ottenere l’upgrade gratuito da Windows 8 Pro a Windows 8 Pro con Media Center, semplicemente inserendo il product key che l’azienda di Redmond regala fino al 31 gennaio 2013.

Il processo di aggiornamento, che viene avviato cliccando sul link “Aggiungi funzionalità a Windows 8” in Windows Update, non controlla la validità della chiave attuale e attiva la copia pirata di Windows 8 per un tempo illimitato. Nel Centro Operativo non c’è più la data di scadenza, ma la voce “Attivazione eseguita il giorno xx/xx/xxxx”. Microsoft dovrà ora prendere le dovute contromisure per impedire la diffusione di copie illegittime del nuovo sistema operativo. Fortunatamente per il gruppo la promozione sul Media Center scade tra due mesi, per cui il danno dovrebbe essere comunque minimo.

Fonte: WindowsWave • Notizie su: