QR code per la pagina originale

Nintendo Wii U parte bene negli USA

Wii U, la nuova console domestica di Nintendo, parte bene negli USA: 400.000 unità vendute nella prima settimana di commercializzazione.

,

Buona partenza negli Stati Uniti per Nintendo Wii U, la nuova console videoludica del colosso giapponese, che durante la prima settimana di commercializzazione ha fatto registrare 400.000 unità vendute. Una cifra che fa ben sperare il gruppo di Super Mario in vista dell’ormai imminente esordio europeo della piattaforma, previsto per venerdì 30, così come per quello giapponese dell’8 dicembre.

In una nota ufficiale la divisione americana di Nintendo ha confermato di aver ottenuto ottimi risultati anche con i dispositivi di “vecchia generazione”: 300.000 Wii, 250.000 3DS e 275.000 modelli precedenti di DS. Un totale di oltre 1,2 milioni di console distribuite sul territorio a stelle e strisce in pochi giorni, complici anche i forti sconti applicati da alcune grandi catene. Volgendo lo sguardo alla concorrenza, Wii U ha ottenuto un risultato migliore nella settimana di lancio rispetto a quanto fatto registrare da Xbox 360 in tutto il mese di ottobre (270.000 unità). Cifre incoraggianti, ma che non cancellano alcuni problemi segnalati dagli acquirenti della prima ora, come la necessità di scaricare e installare un aggiornamento da oltre 1 GB non appena accesa la console.

Il vero scontro andrà però in scena probabilmente solo a cavallo tra il 2013 e il 2014. Xbox 720 e PlayStation 4, queste le due next-gen attese rispettivamente da Microsoft e Sony, scenderanno in campo per definire nuovi standard nell’ambito dell’intrattenimento videoludico, con hardware potenziato e funzionalità inedite delle quali si parla ormai da diversi mesi. Nintendo potrà contare questa volta sul fatto di aver giocato d’anticipo, arrivando al faccia a faccia diretto con i rivali forte di una solida base installata. Solo il tempo e la qualità del catalogo di titoli sapranno dare un verdetto sulla scelta di innovare ancora una volta, con un concept che vede l’introduzione di un controller chiaramente ispirato ai tablet.

Nel 2006 Nintendo Wii fece meglio, con 600.000 unità distribuite nei primi sette giorni successivi al debutto, ma va anche sottolineato come per la nuova Wii U siano stati registrati sold out praticamente ovunque. Lo stesso Reggie Fils-Aime ha ammesso di dover migliorare e ottimizzare il processo produttivo della console, in modo tale da consegnare ai rivenditori un numero sufficiente di piattaforme per soddisfare la richiesta, soprattutto in vista del periodo natalizio.