QR code per la pagina originale

Windows Blue, update low-cost per Windows 8

Nel corso del 2013 Microsoft dovrebbe rilasciare una nuova versione di Windows 8, denominata Windows Blue.

,

Windows 8 è disponibile da appena un mese, ma Microsoft è già occupata nello sviluppo della prossima versione del sistema operativo. Anche se iniziano a circolare indiscrezioni su Windows 9, non sarà questa la release che l’azienda dovrebbe annunciare nel corso dell’estate 2013. Come per Windows Phone e le piattaforme concorrenti (Android e OS X), Microsoft avrebbe previsto un ciclo di aggiornamenti annuale anche per il suo sistema operativo desktop. Il nome in codice di un ipotetico Windows 8.1 o 8.5 è Windows Blue.

Le prime informazioni su Windows Blue risalgono alla metà di agosto, quando Mary Jo Foley di ZDNet ha ottenuto alcuni dettagli dai suoi contatti. Ora la conferma dell’esistenza di questo update arriva da alcune fonti che conoscono i piani dell’azienda di Redmond, riportati da The Verge.

Microsoft dunque avrebbe deciso di abbandonare il vecchio approccio che prevede la distribuzione di un Service Pack, in cui sono inclusi bug fix e tutte le patch di sicurezza rilasciate in precedenza. Windows Blue sarà invece un Feature Pack. Il pacchetto introdurrà modifiche all’intera piattaforma con nuove funzionalità e probabilmente anche cambiamenti all’interfaccia utente (ritornerà il pulsante Start?). L’update sarà low-cost o addirittura gratuito, la stessa strategia di marketing adottata da Apple che offre nuove release di OS X a pochi euro. Dopo il rilascio di Windows Blue, Microsoft aggiornerà il Windows SDK e gli sviluppatori dovranno realizzare le app per la nuova versione del sistema operativo. Verrà comunque conservata la retrocompatibilità con le app di Windows 8.

Tutti gli utenti in possesso di una copia regolare di Windows 8 potranno installare l’update. Se invece l’aggiornamento verrà effettuato con una copia pirata, le applicazioni integrate e il Windows Store cesseranno di funzionare. Il ciclo di update per il sistema operativo sarà quindi annuale. In questo modo, la piattaforma Microsoft diventerà più competitiva nei confronti dei rivali Android e OS X.

Fonte: The Verge • Notizie su: ,