QR code per la pagina originale

Chrome e Google Drive si aggiornano su Android

Aggiornamenti per le versioni Android del browser Chrome e di Google Drive, software dedicato alla gestione dei file sulla piattaforma cloud.

,

Tempo di aggiornamenti per due software Google sulla piattaforma Android: il browser Chrome e l’applicazione Drive per la gestione dei propri documenti salvati online. Nel primo caso, l’app dedicata alla navigazione da smartphone e tablet riceve un update che risolve alcuni bug e problemi di stabilità, migliorando al contempo le prestazioni generali. Nessuna funzionalità inedita, almeno per il momento, ma proprio nei giorni scorsi il team di Mountain View ha annunciato di voler unificare l’esperienza desktop e quella mobile del browser a partire dal prossimo anno.

Lo sviluppo di Chrome per Android ha richiesto tempi di gran lunga più dilatati rispetto a quanto avvenuto in ambito PC, ma le cose sono destinate a cambiare. Google è ben consapevole di come il numero di navigatori “in mobilità” sia in costante aumento e non ha alcuna intenzione di cedere parte della propria quota di market share, strappata negli ultimi anni alla concorrenza di Internet Explorer e Firefox. Alcune caratteristiche come la possibilità di sincronizzare le schede aperte o i preferiti, inserite di recente, dimostrano un’attenzione sempre maggiore rivolta dal team di sviluppo a questa versione del browser.

Passando a Google Drive, invece, l’aggiornamento (disponibile anche su iOS) è decisamente più corposo e ricco di novità, riguardanti soprattutto l’integrazione del servizio con la piattaforma Google Docs, che permette agli utenti di modificare, condividere e gestire online i propri documenti. La più interessante riguarda la possibilità di creare e modificare i fogli di lavoro direttamente all’interno dell’app, proprio come accade nella versione Web del servizio. L’editor mette a disposizione strumenti per la formattazione dei testi, scegliendo font e corpo carattere, il supporto al comando copia-incolla, la variazione di larghezza e altezza per le celle, il loro ordinamento secondo criteri specifici e la visualizzazione delle modifiche apportate dai collaboratori in tempo reale.

Ma non è tutto: in seguito all’update è consentita la creazione di collegamenti da posizionare sulla schermata principale dei dispositivi, per l’accesso rapido a documenti o cartelle salvate sulla piattaforma cloud. Si ricorda che la sottoscrizione al servizio Google Drive avviene in modo automatico per tutti coloro che già possiedono un account Google, con 5 GB di spazio per lo storage online offerti gratuitamente, da espandere all’occorrenza mediante la sottoscrizione di un abbonamento mensile: 2,49 euro per 25 GB oppure 4,99 euro per 100 GB.