QR code per la pagina originale

Windows 8 raggiunge l’1%, ancora in calo Chrome

Windows 8 ha toccato quota 1% del mercato, ma Microsoft vede contrarre il proprio volume di mercato. In crescita Firefox, in calo Chrome. Benino IE10.

,

Il mese di novembre si è appena concluso ed ecco giungere immediatamente le prime statistiche sull’andamento di sistemi operativi e browser durante gli ultimi 30 giorni. Il mese appena trascorso ha visto l’ingresso sulla scena di un nuovo concorrente quale Windows 8, motivo per cui i dati forniti da Net Applications risultano particolarmente interessanti, oltre che in generale positivi per Microsoft: l’ultima edizione del suo sistema operativo guadagna infatti 0,68 punti percentuali rispetto ad ottobre, superando la soglia dell’1% dell’intero mercato.

Windows 8 è quindi su di un dispositivo ogni cento: trattasi di una cifra di per sé non ancora significativa, ma che lascia ben sperare il gruppo per il futuro nonostante l’esordio non abbia fornito indicazioni confortanti. Windows 8 è riuscito quindi a crescere negli ultimi trenta giorni più velocemente di Windows 7, che nel mese di novembre ha guadagnato soltanto 0,02 punti, toccando quindi quota 44,71%. Proprio un confronto con la precedente edizione dell’OS fornisce un quadro piuttosto chiaro circa l’andamento dell’ultima versione: Windows 7 ha infatti raggiunto il 4% del mercato in sole tre settimane, raggiungendo il 6% nelle settimane successive, mentre l’edizione 8 stenta a seguire le orme del suo predecessore.

Nel complesso, tuttavia, l’intero reparto Windows fa registrare un calo di 0,22 punti, suddivisi tra gli 0,14 conquistati da Apple con OS X e gli 0,08 nelle mani di Linux. Tale contrazione nel volume di mercato nelle mani di Microsoft è dovuto principalmente al crollo di Windows XP, il quale ha perso negli ultimi 30 giorni lo 0,84% ed è sceso per la prima volta al di sotto del 40%. Nel complesso, comunque, l’azienda di Redmond non ha di che temere, avendo ancora il controllo del 91,45% dell’intero mercato dei sistemi operativi.

Sempre grazie a Net Applications, poi, sono disponibili i dati relativi alla diffusione dei browser nel mese di novembre. La crescita di Windows 8 si dimostra così essere in qualche modo slegata da quella di Internet Explorer 10, ultima edizione del software per la navigazione di Microsoft: IE10 detiene infatti lo 0,5% del mercato, evidenziando come un utente ogni due preferisca adottare browser alternativi. Internet Explorer è tuttavia ancora una volta nel complesso la soluzione preferita dagli utenti, con il 54,76% del totale in mano a Microsoft.

Il resto della torta continuano a suddividersela principalmente Google e Mozilla: Firefox registra un +0,45% mentre Chrome perde l’1,31%, assestando le rispettive quote di mercato a 20,44 e 17,24 punti percentuali. Google Chrome continua dunque a perdere utenti per il terzo mese di fila, con novembre che registra un calo superiore alla somma dei due mesi precedenti, mentre Safari di Apple continua lentamente la propria crescita con un +0,04%.

Fonte: The Next Web • Via: The Next Web • Notizie su: ,