QR code per la pagina originale

Velocity, evoluzione del car entertainment

Sprint e Airbquity hanno sviluppato Velocity, tecnologia per il car infotainment che promette maggiore versatilità per case automobilistiche e passeggeri.

,

Sprint è un’azienda leader nella progettazione e nella distribuzione di servizi innovativi di comunicazione wireless, mentre Airbquity si occupa dell’applicazione di questa tipologia di sistemi nel settore automobilistico. Ed è dalla collaborazione tra le due aziende che è nato Velocity Sprint, non un sistema di infotainment già pronto all’uso, bensì una tecnologia di base su cui poi realizzare tali sistemi.

Tale innovativa tecnologia è stata appena presentata al Salone dell’auto di Los Angeles attualmente in corso: essa promette una grande versatilità utente sia per le case automobilistiche che vogliono configurare il sistema secondo le proprie esigenze, sia per i passeggeri che potranno spaziare con facilità tra le varie funzioni.

Per gli utenti, Velocity Sprint consentirà di controllare il sistema di infotainment anche in remoto, ma soprattutto renderà l’auto un vero e proprio hotspot in movimento con connessione ad internet garantita da un modem integrato o dal proprio smartphone con traffico dati abilitato. E non solo. Si potranno inviare email ed sms senza staccare le mani dal volante grazie all’adozione di un nuovo sistema di riconoscimento vocale e sarà possibile salvare in rete preferenze, dati e quant’altro grazie a Choreo, sistema di cloud computing della Airbiquity incluso in Velocity Sprint.

Per le case automobilistiche invece, sarà possibile configurare tale sistema attivando più o meno funzioni sui propri modelli a seconda che si tratti di versioni entry level o di versioni full optional; ogni produttore potrà poi personalizzare l’interfaccia utente e sviluppare altre applicazioni che vadano ad implementare il già ricco pacchetto di base.

Tale sistema si affaccia dunque con prepotenza nel settore del car infotainment: l’ausipicio della Sprint Nextel è quello di introdurre la propria tecnologia sulle vetture delle più importanti case automobilistiche, ma per poter raggiungere l’obiettivo è necessario che le stesse case rinuncino a produrre in proprio tali sistemi affidandosi completamente ad un’azienda specializzata come la Sprint.

Fonte: Airbiquity • Via: Wired • Immagine: Sprint • Notizie su: , ,