QR code per la pagina originale

Australia contro le pericolose Mappe di iOS 6

La polizia Australiana eleva le Mappe di iOS 6 a "pericolo per la sopravvivenza": hanno condotto diversi turisti nel bel mezzo del deserto.

,

Le Mappe di iOS 6 non sembrano soddisfare proprio nessuno. E nonostante i miglioramenti che di giorno in giorno il nuovo team di Eddy Cue sta apportando al sistema – si segnala il vicino completamento in 3D della città di Milano – le polemiche non sembrano placarsi. Questa volta le accuse provengono dalla lontana Australia, dove la polizia ha sentenziato senza dubbio: le Mappe di iOS 6 sono un pericolo per i cittadini.

Il tutto è cominciato lo scorso lunedì, quando la polizia di Victoria si è imbattuta in numerosi turisti – per la gran parte motociclisti – persi nell’oscurità della natura incontaminata a causa di un gravissimo errore delle Mappe di iOS 6. Il sistema, infatti, segnala la località di Mildura a circa 100 chilometri più a sud della sua reale collocazione, nel bel mezzo del deserto. E così si sono resi necessari interventi di recupero, con anche la pubblicazione di un vademecum per avvisare gli ignari viaggiatori.

Vi sono state anche operazioni di salvataggio complesse durate oltre 24 ore e, sebbene non vi siano state vittime, la polizia ha elevato la cartografia di Apple allo status di “minaccia potenziale alla sopravvivenza“. Contestualmente è stato diramato un comunicato stampa, affinché Cupertino provveda tempestivamente alla correzione degli errori:

«La polizia di Victoria ha contattato Apple in relazione al problema e spera che l’errore venga al più presto rettificato, per garantire la sicurezza di viaggiatori e motociclisti diretti a Mildura. Chiunque si voglia recare a Mildura o in qualsiasi altra direzione nei pressi di Victoria, dovrebbe affidarsi ad altre mappe finché questi grossolani errori non saranno corretti.»

Continua, quindi, la pubblicità negativa per le Mappe di iOS 6, sistema cartografico di certo non nato sotto una buona stella. La figuraccia mondiale fatta da Cupertino ha portato al licenziamento di Scott Forstall, ma è evidente come certe grossolane mancanze non possano dipendere solo dallo sviluppo del software di Cupertino. Nelle ultime ore c’è infatti chi punta il dito contro TomTom, la società partner di Apple per le indicazioni stradali.