QR code per la pagina originale

Windows 8, facile da usare dopo due settimane

Julie Larson-Green, Presidente della divisione Windows, parla di Windows 8 e del suo predecessore Steven Sinofsky.

,

Il futuro di Windows 8 è nelle mani di Julie Larson-Green, nuovo Presidente della divisione Windows dopo le dimissioni di Steven Sinofsky. Il dirigente Microsoft ha rilasciato una lunga intervista a MIT Technology Review, in cui esprime le proprie opinioni sul sistema operativo, sulla transizione dall’interfaccia desktop al touch e, ovviamente, sull’ex collega con il quale ha lavorato a stretto contatto per quasi 20 anni.

Julie Larson-Green ha preso il posto di Steven Sinofsky da appena un mese, ma ha contribuito al design della nuova interfaccia Modern UI di Windows 8, come fatto in passato con la famosa Ribbon di Office 2007, presente in versione aggiornata anche in Office 2013.

Molti utenti non hanno apprezzato la “svolta touch” di Windows 8, ma Larson-Green ritiene sia stato un passo obbligato, in quanto le dita rappresentano il mezzo più naturale di interazione. I display touch consentono di compiere le operazioni più velocemente rispetto a mouse e tastiera; inoltre, la nuova interfaccia con le live tile permette di eseguire più compiti contemporaneamente. Per motivi di costo potrebbero esserci sempre computer senza touch, ma i dati dimostrano che i computer con schermo touch sono quelli più venduti.

Microsoft ha iniziato a sviluppare Windows 8 nel 2009, prima del lancio di Windows 7 e quando l’iPad era solo un rumor. Dopo l’arrivo sul mercato del tablet Apple, l’azienda di Redmond ha notato che molte funzionalità erano simili a quelle che aveva pensato. Microsoft però non voleva icone statiche, ma appunto live tile. Windows 8 richiede un certo periodo di apprendimento (da due giorni a due settimane), quindi è consigliabile spendere più tempo sulla nuova interfaccia piuttosto che continuare ad usare il tradizionale desktop:

In base ai dati inviati volontariamente dagli utenti, oltre il 90% di essi utilizza la Charms bar e scopre lo Start screen durante le prima sessione d’uso. Anche se si è un utente desktop, dopo circa sei settimane si inizia a usare maggiormente le cose nuove rispetto a quelle con cui si ha più familiarità.

Julie Larson-Green ha infine espresso il suo pensiero su Steven Sinofsky:

Steven è un leader incredibile, un cervello straordinario e una persona straordinaria, ma una persona sola non può fare tutto.

Serve dunque un team per creare innovazione e nuove tecnologie che possano essere utili alle persone. Forse qualcuna di queste novità verranno integrate in Windows Blue, l’aggiornamento di Windows 8 previsto per la metà del 2013.

Galleria di immagini: Windows 8, immagini

Fonte: MIT Technology Review • Notizie su: