QR code per la pagina originale

Google+, hangout di Natale con Wallace & Gromit

Su Google+ gli inviti per un hangout di Natale li mandano Wallace & Gromit, la simpatica coppia di personaggi in plastilina creati da Nick Park.

,

Google è ufficialmente entrato in clima natalizio. In attesa degli immancabili doodle che personalizzeranno l’homepage del motore di ricerca, da ieri lo store Google Play offre una promo al giorno su app, giochi e contenuti multimediali. Anche il social network Google+ non è da meno e, in vista delle festività, pensa a tutti coloro che per cause di forza maggiore si trovano lontani dalla propria famiglia, mettendo a disposizione un modo simpatico e divertente per organizzare hangout.

Grazie a Hangout with the Family è possibile spedire a familiari e amici inviti per partecipare a un incontro virtuale, decidendo la data e l’ora dell’hangout. Farlo è molto semplice: basta autorizzare l’applicazione ad accedere al proprio profilo (attraverso la schermata seguente), premere il pulsante “Get started”, compilare i campi richiesti e aggiungere indirizzi email o nomi dei destinatari. Una volta completata l’operazione Google+ spedirà un invito personalizzato con Wallace & Gromit, la simpatica coppia di plastilina protagonista di cortometraggi e film.

Google+, hangout di Natale con Wallace & Gromit

Google+, hangout di Natale con Wallace & Gromit

Si ricorda che ogni hangout può ospitare fino a dieci persone collegate in contemporanea. Grazie ai miglioramenti introdotti nei giorni scorsi, inoltre, anche chi non dispone di una connessione a Internet ad alta velocità può partecipare: è richiesta una banda minima pari a 150 kbps. Google punta dunque sempre più sul proprio social network, con l’obiettivo di recuperare almeno in parte il distacco da Facebook.

Per chi non conoscesse Wallace & Gromit il consiglio è di recuperare i corti realizzati a partire dalla fine degli anni ’80, oppure optare per il divertente film del 2005 “La maledizione del coniglio mannaro”. I due personaggi sono stati creati da Nick Park e animati con la tecnica dello stop motion.

Fonte: Google blog • Notizie su: ,