QR code per la pagina originale

Google Maps e Places sulle nuove auto KIA

KIA annuncia l'integrazione dei servizi Google Maps e Places nelle prossime vetture equipaggiate con il sistema UVO, a partire dal nuovo modello Sorento.

,

Google ha annunciato oggi una partnership con la casa automobilistica coreana KIA, che consentirà l’integrazione dei servizi Google Maps e Places nel sistema UVO equipaggiato sulle nuove vetture in arrivo nel corso dell’anno. Il primo modello a beneficiare delle tecnologie di bigG sarà la Sorento in vendita a partire dai prossimi mesi, che consentirà agli utenti di usufruire della navigazione stradale messa a punto dal colosso di Mountain View e di conoscere i punti d’interesse (e le offerte commerciali) nelle vicinanze.

Una strategia del tutto simile a quella messa in campo di recente anche dai concorrenti Nokia e Apple. La società finlandese ha preso accordi con BMW, Mercedes e Volkswagen per portare la piattaforma Navteq sulle quattro ruote delle compagnie, mentre quella di Cupertino (nonostante un esordio rovinoso del servizio Mappe per iOS 6) con General Motors per il debutto dell’assistente Siri sul marchio Chevrolet. Il sistema UVO, in passato basato sulle tecnologie Microsoft, sarà inoltre capace di interagire con smartphone e tablet, per scambiare dati ad esempio sulle destinazioni da raggiungere. Curiosamente, l’applicazione mobile necessaria a questo scopo verrà resa disponibile inizialmente solo per i device iOS, mentre la versione Android è attesa entro il secondo trimestre dell’anno.

La nuova incarnazione di UVO non trascurerà nemmeno l’ambito multimediale, con funzionalità dedicate alla fruizione di musica e altri contenuti. Non mancherà poi il supporto ai comandi vocali, per l’interazione con il sistema in tutta sicurezza, senza distrazioni per chi si trova al volante.

Tecnologie nate nell’universo mobile o per la fruizione via Web stanno dunque progressivamente estendendo il loro campo d’azione anche nel mondo automobilistico. Forse per assistere all’esordio su strada di una Google Self-Driving Car i tempi non sono ancora maturi, ma di certo il mercato delle quattro ruote sta affrontando una fase di  evoluzione, caratterizzata da un occhio di riguardo al rispetto dell’ambiente e una forte vocazione high tech.

Fonte: KIA • Via: The Next Web • Immagine: NetCarShow • Notizie su: ,