QR code per la pagina originale

BTIG conferma: iRadio di Apple nel 2013

BTIG conferma che iRadio, ovvero la radio in streaming di Apple, arriverà nel corso del 2013: Eddy Cue avrebbe trovato gli accordi con le major.

,

Apple sarebbe ormai pronta a lanciare iRadio, ovvero il servizio di radio in streaming proposto in stile Pandora, e dovrebbe farlo già nel corso di quest’anno. Lo afferma Richard Greenfield, analista di BTIG, spiegando che tale novità verrà integrata in iTunes e completerà il bouquet dei servizi musicali con la mela morsicata.

Non è la prima volta che si sente parlare di iRadio, anzi in passato era stato reso noto come Apple stesse ancora cercando degli accordi con le major discografiche per la distribuzione dei contenuti musicali tramite tale radio. Secondo BTIG, le trattative sarebbero giunte ormai quasi a conclusione e tutto sarebbe pronto per il debutto del servizio. La differenza l’avrebbe fatta Eddy Cue, ovvero il vice presidente senior della divisione Servizi e Software di Apple, il quale avrebbe negoziato personalmente, e con successo, con le case discografiche.

«Il comportamento dei consumatori sta scivolando sempre di più verso l’accesso l’accesso al modello del catalogo musicale in luogo del possesso di specifiche canzoni. Ci aspettiamo che la iRadio venga incorporata nell’app iOS di iTunes con funzionalità di radio personalizzata in stile Pandora, e infine integrata con l’acquisto di musica e di altri contenuti relativi alla musica come i biglietti dei concerti, le informazioni e il merchandise grazie a Live Nation (LYV) e Ticketmaster». Insomma lo scopo di Cupertino sarebbe quello di creare un servizio attraverso cui gli utenti possano accedere alla propria musica preferita in maniera istantanea, e che consentirebbe anche di acquistare brani, biglietti di concerti, video e tutto ciò che è collegato a un determinato artista. Il tutto direttamente da iTunes.

A ottobre, Bloomberg aveva riferito che iRadio fosse prevista per il debutto durante i primi mesi del 2013, ma a dicembre CNET aveva spiegato che il tutto aveva subito un rinvio a causa dei mancati accordi di distribuzione dei brani tra Apple e le major. A ogni modo, pare che l’arrivo di tale servizio sia dato per certo entro l’anno in corso.

Fonte: BTIG • Via: MacRumors • Notizie su: