QR code per la pagina originale

Google affida Asia e Pacifico a Karim Temsamani

A partire da oggi Karim Temsamani assume il comando delle attività di Google nel continente asiatico e nell'area del Pacifico.

,

Nuovo avvicendamento ai vertici di Google. La società californiana ha nominato Karim Temsamani alla guida del team che si occuperà di supervisionare le vendite, così come i rapporti tra bigG e i suoi partner, nei territori del continente asiatico e nell’area del Pacifico. Il 39enne di origini francesi prende dunque con effetto immediato il posto precedentemente occupato da Daniel Alegre, trasferito nell’ultima parte del 2012 nel quartier generale del gruppo a Mountain View per sostituire Marissa Mayer, passata dopo oltre un decennio di collaborazione a Yahoo!, dove ora occupa la poltrona di amministratore delegato.

Ancora non è chiaro quale sarà la sede da cui Temsamani svolgerà le proprie funzioni, considerando che il motore di ricerca ha i suoi uffici principali nell’area a Singapore e Tokyo. Una promozione giunta in seguito al suo impegno nel settore mobile, che proprio in oriente ha fatto registrare negli ultimi anni un forte tasso di crescita, con smartphone e tablet Android sempre più richiesti dagli utenti. Paesi come Corea del Sud, Giappone e India sono tre dei quattro territori che generano il maggior numero di download per i giochi e le applicazioni disponibili sullo store Google Play, a testimonianza di quanto il continente asiatico sia di primaria importanza per il business di bigG.

Al tempo stesso, però, non mancano le questioni spinose da affrontare, come quella relativa alla censura in Cina. Un problema ancora attuale, tornato a far discutere proprio nei giorni scorsi con la decisione di rimuovere una funzionalità utile per evitare il blocco della connessione da parte degli utenti durante le ricerche online. Va poi ricordata la questione relativa alla commercializzazione dei dispositivi Nexus in un territorio come l’India, che sembra inspiegabilmente essere stata messa in secondo piano nonostante il vasto bacino di potenziali acquirenti.

Il lavoro per Karim Temsamani dunque non manca. Prima della nomina odierna, il suo incarico è stato dal 2010 al 2012 quello di supervisionare l’espansione del business aziendale relativo all’advertising in mobilità.

Fonte: The Wall Street Journal • Notizie su: