QR code per la pagina originale

PC in calo a causa dei tablet anche per Gartner

Anche Gartner, come IDC, parla di un mercato PC in calo durante le festività natalizie del 2012: i consumatori avrebbero preferito comprare un tablet.

,

Dopo IDC, anche Gartner parla di un mercato PC ancora in calo, con numeri preliminari relativi al quarto trimestre del 2012 che fanno ben comprendere come le performance commerciali delle piattaforme Windows e Mac siano negative, seppure inferiori rispetto a quelle previste da IDC.

Sarebbe 90,3 milioni il numero di computer commercializzati nel quarto trimestre del 2012, risultato che segna un calo del 4,9 per cento rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. Nell’arco del 2012 i PC venduti sarebbero stati 352,7 milioni, ovvero una flessione del 3,5 per cento rispetto a quanto visto nel 2011. La colpa sarebbe da attribuire alle tavolette digitali: «I tablet hanno radicalmente cambiato il panorama PC, non tanto per una supposta “cannibalizzazione” nelle vendite dei computer, ma facendo in modo che gli utenti PC si stiano spostando verso l’acquisto di tali dispositivi per sostituire i vecchi PC», ha dichiarato Mikako Kitagawa, uno degli analisti di Gartner. «Considerando che una volta che abbiamo immaginato un mondo in cui i singoli utenti abbiano sia un PC che un tablet come dispositivi personali, sospettiamo sempre di più che la maggior parte delle persone sposterà le proprie attività per l’intrattenimento verso una tavoletta personale, mentre eseguirà le attività creative e amministrative su un PC condiviso».

Anche durante le festività natalizie appena concluse, i consumatori non hanno visto i PC come uno dei regali maggiormente d’appeal ma, data la disponibilità sempre crescente di dispositivi e servizi sempre più interessanti, hanno rivolto la propria attenzione altrove, ovvero verso tablet e smartphone. Insomma nonostante per Natale i negozi fossero colmi di notebook e netbook low-cost, le vendite dei PC non ne avrebbero beneficiato. Anche il lancio del sistema operativo Windows 8 non pare aver avuto un impatto significativo nelle vendite dei computer e anzi non ha avuto alcun effetto di traino sull’industria PC nel suo complesso.

Per quanto riguarda i singoli produttori di PC, secondo Gartner è HP a guidare la classifica nel Q4 2012, con un market share pari al 16,2%. Segue la cinese Lenovo con il 15,5% del mercato, Dell con il 10,2%, Acer con il 9,5% e chiude Asus con il 7,2%. Solamente Lenovo (+8.2%) e Asus (+6.4%) sarebbero riuscire a incrementare il proprio business in questo trimestre, mentre tutte le altre aziende produttrici avrebbero segnato un calo.

Fonte: Gartner • Via: CNET • Immagine: Vernieman su Flickr • Notizie su: