QR code per la pagina originale

Bing Social Sidebar, più contenuti da Facebook

Microsoft aggiorna la barra laterale di Bing per mostrare anche aggiornamenti di stato, commenti, Like e immagini degli amici di Facebook.

,

Microsoft ha annunciato miglioramenti relativi all’integrazione di Facebook in Bing. La Social Sidebar consente ora di mostrare più contenuti provenienti dal social network per fornire agli utenti maggiori informazioni sull’argomento cercato. L’azienda di Redmond ha dato inoltre più importanza alle immagini e ha modificato il layout della barra laterale per visualizzare i contenuti in modo più chiaro.

Microsoft ritiene che molte decisioni vengano prese dagli utenti dopo aver ricevuto informazioni dalle persone fidate. Internet offre un archivio sconfinato di dati, ma spesso risulta difficile valutare la bontà dei risultati delle ricerche. Un tipico esempio è rappresentato dalle informazioni su una città. Dopo aver raccolto diverso materiale, Bing consente di ottenere suggerimenti e consigli dagli amici che hanno visitato quella città di recente.

Dal mese di giugno, Microsoft ha integrato Facebook in Bing attraverso la Social Sidebar, in cui vengono mostrati i profili, le immagini e i Like. Da oggi è possibile cercare più contenuti, correlati al termine della ricerca, all’interno degli aggiornamenti di stato, dei commenti e dei link condivisi. Le stesse funzionalità possono essere utilizzate dagli utenti di Twitter, Google+, Foursquare, Quora e Klout, trasformando Bing in un completo servizio di social search.

Tra i risultati “sociali” rientrano anche le immagini che ora vengono visualizzate a pieno schermo. Molto importante è anche il modo in cui i contenuti sono mostrati all’utente. Per questo motivo, Microsoft ha aggiornato il design della Social Sidebar, introducendo un layout con allineamento a sinistra ed eliminando lo spazio bianco in eccesso. Inoltre non è più necessario posizionare il mouse sulla foto dell’amico per vedere ulteriori contenuti. Microsoft sottolinea, infine, che il controllo dell’esperienza di ricerca è totalmente nelle mani dell’utente: le impostazioni della privacy di Facebook non vengono alterate, niente viene condiviso automaticamente e Bing mostrerà solo ciò che vogliono gli amici.

Fonte: The Next Web • Notizie su: ,