QR code per la pagina originale

Candy Crush Saga: King.com batte Zynga su Facebook

Il publisher King.com sorpassa Zynga nella classifica dei giochi più utilizzati su Facebook: Candy Crush Saga strappa il primato a FarmVille 2.

,

Avvicendamento al vertice per quanto riguarda i titoli di maggior successo su Facebook: FarmVille 2 di Zynga cede la prima posizione della classifica a Candy Crush Saga, puzzlegame sviluppato da King.com con 9,7 milioni di utenti attivi quotidianamente. Il publisher diventa anche il secondo più popolare sulla piattaforma di Mark Zuckerberg, con oltre 70 milioni di giocatori su base mensile.

Numeri ottenuti grazie al successo di social game come il già citato CCS, Pet Rescue Saga (3,2 milioni di giocatori ogni giorno) e Bubble Witch Saga (3,6 milioni), entrati di diritto nella Top 10 di Facebook. Hanno contribuito ad accrescere la popolarità del brand anche le versioni mobile, che dal luglio scorso hanno portato oltre 19 milioni di utenti sul network gestito da King.com. La redazione di Forbes ha intervistato Alex Dale, Chief Marketing Officer della società, per capire come sta evolvendo il mondo del “gaming 2.0”.

Guardando la Top 10 dei giochi su Facebook dal gennaio 2010 al gennaio 2013 è possibile vedere che tre anni fa la classifica era dominata da titoli gestionali come quelli di Zynga. Nel 2011 Bejeweled Blitz è stato il primo puzzlegame casual a guadagnare qualche posizione. Dodici mesi dopo ne sono arrivati altri e quest’anno sta avvenendo lo stesso. Il trend è chiaro: la flessione dell’interesse verso i giochi in cui bisogna gestire le risorse è un fenomeno innescato ormai da molto tempo.

A innescare questa tendenza è l’impossibilità manifestata da numerosi utenti nel passare molto tempo di fronte al monitor per seguire la crescita o la gestione delle proprie fattorie, città o fabbriche virtuali. Questo il commento di Dale al riguardo.

Sempre più persone hanno difficoltà a passare il tempo richiesto per accumulare risorse nei giochi gestionali. Tutti voglio qualcosa di semplice, immediato e divertente. I puzzlegame casual possono essere giocati in modo veloce e in qualsiasi momento, mentre per quelli di “resource management” sono richieste azioni ripetitive.

Il trend è chiaro. L’universo mobile e quello del social gaming hanno incrociato le loro strade per rispondere a un’esigenza ben definita: intrattenere l’utente con titoli immediati, accessibili a tutti e soprattutto con una spiccata propensione “virale”, dove gli amici di Facebook possono trasformarsi in avversari per una sfida veloce con pochi click, o tap.

Fonte: Forbes • Via: SlashGear • Notizie su: , ,