QR code per la pagina originale

MEGA: torna Megaupload con 50 GB gratis

Fissato per il weekend il lancio di MEGA, nuova piattaforma di hosting per Kim Dotcom, nata dalle ceneri del progetto Megaupload chiuso lo scorso anno.

,

Kim Dotcom sta per tornare, con un servizio di hosting che rimpiazzerà il “defunto” Megaupload a un anno esatto dalla sua chiusura. MEGA, questo il nome della nuova piattaforma, farà il suo debutto ufficiale nel corso del fine settimana. Nei prossimi mesi sarà poi la volta di Megabox, che andrà a proporre la propria sfida alle major discografiche, con un modello di business in grado di mettere musicisti e band in contatto diretto con i loro fan, tagliando fuori di fatto qualsiasi intermediario.

Per quanto riguarda MEGA, l’imprenditore tedesco promette un servizio inattaccabile dal punto di vista legale, che chiunque potrà utilizzare senza timori dell’ennesima messa offline. Dotcom ha anche precisato che i suoi avvocati sono al lavoro per fornire agli utenti accesso ai file caricati sul vecchio servizio, ma a questo proposito la strada da percorrere sembra ancora piuttosto lunga e tortuosa. Nel frattempo, chi vorrà testare la nuova piattaforma riceverà all’atto dell’iscrizione 50 GB di spazio gratuito per il caricamento.

Il legale Rick Shera, impegnato al fianco di Kim Dotcom in vista del lancio di domani, assicura che il modello di business adottato sarà differente rispetto a quello che portò alla chiusura di Megaupload e Megavideo. Questo sarà reso possibile dalla scelta di criptare ogni singolo file caricato, oltre all’abbandono della formula che consentiva agli uploader più attivi di generare profitti in base al numero di download. In altre parole, MEGA si andrà a posizionare in un mercato oggi popolato da servizi come Dropbox, SkyDrive, Google Drive, Box e molti altri, strizzando però l’occhio a chi necessita di una piattaforma per la condivisione dei contenuti multimediali.

In un altro tweet comparso ieri si fa chiaro riferimento al trattamento ricevuto nel gennaio 2011 dal governo americano, che questa volta sarà costretto a starsene in disparte osservando la nascita e la diffusione di un nuovo progetto targato MEGA.

Ancora due giorni prima della nascita di MEGA. Ancora due giorni prima del fallimento da parte del governo americano e della vittoria per l’innovazione.

Fonte: Kim Dotcom su Twitter • Via: Stuff.co.nz • Notizie su: