QR code per la pagina originale

La prima casa realizzata con stampanti 3D

Dall'Olanda giunge notizia di un progetto per la costruzione della prima casa utilizzando pezzi realizzati con una stampante 3D.

,

L’arrivo delle stampanti 3D sul mercato hanno rivoluzionato non solo il settore della stampa, aprendo nuovi orizzonti ed offrendo opportunità impossibili anche solo da pensare in passato, ma hanno inoltre influenzato anche il modo di costruire oggetti. Diverse sono infatti le idee nate negli ultimi mesi, alcune delle quali hanno trovato anche una realizzazione pratica: dai medicinali ai pezzi per le riparazioni di navicelle sulla luna, passando per i supporti a 33 giri. L’ultima in ordine di tempo, però, è davvero impressionante: un architetto olandese ha infatti intenzione di realizzare una casa utilizzando una stampante 3D.

Il progetto, piuttosto ambizioso, poggerà le proprie fondamenta su di una stampante capace di produrre grossi blocchi utilizzando sabbia ed agenti in grado di fungere da collanti. Tali blocchi saranno quindi i mattoncini fondamentali con i quali sarà eretta la casa, la quale prenderà il nome di “Landscape House”. Particolare è anche il design scelto dall’architetto, il quale si è chiaramente ispirato al nastro di Mobius per la forma complessiva dell’edificio.

Al progetto prenderanno parte diversi tra architetti ed ingegneri, tra i quali anche l’italiano Enrico Dini, sviluppatore della stampante D-Shape, sotto la coordinazione di Universe Architecture. Una volta ultimata, quindi, la casa in questione dimostrerà la fattibilità di progetti di questo genere, offrendo al mondo una nuova alternativa, verosimilmente più economica, per la produzione di componenti con i quali erigere edifici e costruzioni di vario genere.

Le stampanti 3D, insomma, continuano a dimostrare potenzialità immense e soltanto la creatività, unita a qualche vincolo fisico non oltrepassabile, ne limitano il raggio d’azione. Qualora il progetto della casa realizzata con le stampanti 3D dovesse raggiungere gli obiettivi previsti, l’industria edilizia potrebbe sul serio iniziare a pensare a soluzioni innovative per fabbricare edifici, progettando ogni singolo elemento mediante appositi software per lasciare poi il compito alle stampanti di tradurre il tutto in realtà.

 

Notizie su: ,