QR code per la pagina originale

Yahoo compra Snip.it

La società condotta da Marissa Mayer ha acquisito per 10 milioni di dollari la startup di San Francisco definita la Pinterest della curation.

,

Marissa Mayer, la nuova CEO di Yahoo! l’aveva preannunciato: prenderemo le migliori startup, con dentro i migliori cervelli. Ha cominciato a farlo acquisendo Snip.it, che nonostante il suo dominio non è una startup italiana ma di San Francisco e di quelle che più avevano strabiliato in questi ultimi tempi. Fondata durante la rivoluzione egiziana del 2010 da Ramy Adeeb per aggregare più efficacemente le news dai social network (la cosiddetta curation: una funzione che permette di ordinare i più disparati contenuti tratti dai social accomunati dallo stesso argomento facendone una storia condivisibile online), ora entrerà a far parte della famiglia portando in dote tutto lo staff e abilità che all’azienda madre mancavano.

L’affare è stato anticipato da All Things Digital e ufficializzato dalla stessa startup in un post sulla home page, che di fatto chiude l’applicazione e permette soltanto agli utenti iscritti il download di tutte le attività – gli snips, le storie fatte da ritagli di notizie – entro il prossimo 21 febbraio. Il commento degli acquisiti è di assoluta soddisfazione:

Da un anno e mezzo abbiamo lavorato senza sosta per costruire la migliore piattaforma di social news sul web. Siamo stati assolutamente travolti dall’ampiezza, la profondità e la qualità dei contenuti condivisi su Snip it ogni giorno. (…)
Siamo entusiasti per l’opportunità di portare la visione di Snip It ad una scala più ampia su Yahoo!. Anche se non possiamo condividere le specifiche di quel che sarà la costruzione, siamo entusiasti di avere l’opportunità di portare le notizie sociali a nuove altezze.

Con la Mayer al timore, Yahoo sta iniziando un percorso complesso e ambizioso per acquisire persone, contatti e anche fondi. Snip.it, infatti, aveva attirato una significativa serie di investitori tra cui Khosla Ventures, Joint Ventures True, Charles River, che ora manterranno i loro investimenti dentro questa scatola che però fa parte di una scatola più grande. Si chiama acqui-hire e qualcuno pensa sia il vero obiettivo della strategia di Yahoo: oltre all’acquisizione di talento, anche l’acquisizione di credito.

Certamente, non è soltanto la funzionalità di Snip in sé ad interessare Yahoo, quanto piuttosto la necessità di dover mettere mano a Yahoo Answers e alla sua piattaforma dandole un senso più social. In questo, il geniale Adeeb potrebbe fare al caso dell’azienda ed essere dirottato su scopi differenti dal puro sviluppo della sua creatura, compreso fare da talent scout per altre startup fondate da ex compagni di viaggio conosciuti ai tempi in cui lavorava come Angel Investor e a TellMe, startup acquisita da Microsoft per una cifra pazzesca (800 milioni di dollari).

Ecco dunque la visione di Yahoo: non acquisire startup per integrarle semplicemente nella sua piattaforma (questo avverrà soltanto di caso in caso), ma per integrare abilità e conoscenze della Silicon Valley che negli anni passati aveva perso.

Fonte: Snip • Via: All Things Digital • Notizie su: ,