QR code per la pagina originale

La finale di Brasile 2014 sulle TV 4K in Giappone

Il Giappone trasmetterà le due finali di Brasile 2014 in formato 4K, in modo da spingere nel paese le vendite dei televisori con tecnologia Ultra HD.

,

I nuovi modelli di TV 4K sono stati senza dubbio tra i protagonisti più acclamati del recente CES 2013, ma ad oggi l’ostacolo principale alla diffusione di questa tecnologia è rappresentato dalla mancanza di contenuti: nessuna emittente ha ancora iniziato la trasmissione in questo formato (3840×2160 pixel) e anche l’industria dell’intrattenimento domestico non ha ancora dato il via alla commercializzazione di film o altri contenuti. Tutto questo ovviamente senza considerare il costo dei televisori, decisamente proibitivo per gran parte dell’utenza.

Qualcosa sembra però muoversi e, a fianco di iniziative come quella messa in campo dal regista Peter Jackson con la pellicola “Lo Hobbit”, una delle prime a supportare la risoluzione 4K, alcuni network si stanno organizzando per garantire la copertura di eventi dal richiamo internazionale. È il caso del Giappone, che darà il via alle trasmissioni nel luglio 2014, in concomitanza con le finali della Coppa del Mondo di Calcio ospitata dal Brasile. Lo ha annunciato il Ministro degli Affari Interni e delle Comunicazioni nel corso di una conferenza.

Il paese del Sol Levante affretta il passo dunque, anticipando di circa due anni quanto previsto inizialmente. Per garantire il supporto alla nuova tecnologia il paese metterà a disposizione i satelliti solitamente impiegati per gestire le comunicazioni invece di quelli dedicati alla diffusione del segnale televisivo. Un’iniziativa che ha come obiettivo principale quello di aiutare i produttori locali impegnati nella commercializzazione di TV Ultra HD come  Sony, Panasonic, Toshiba e Sharp, affiancati dalla sudcoreana LG.

Proprio nei giorni scorsi si è tornati a parlare del formato 4K, con la definizione del nuovo standard H.265 approvato dalla International Telecommunication Union. Questo consentirà di trasmettere un filmato a risoluzione 3840×2160 pixel con un bitrate compreso tra 20 e 30 Mbps. Ne beneficerà anche lo streaming su Internet, in quanto la tecnologia permetterà di ridurre fino al 50% la banda necessaria per la visione dei video Full HD 1080p.