QR code per la pagina originale

Internet, Vodafone e casa 3.0

Vodafone chiede agli utenti di immaginare la casa che verrà: un concorso raccoglierà le migliori idee per le case del futuro.

,

Vodafone l’ha chiamata “Casa 3.0“: è la casa del futuro, la casa di domani, la casa che occorre immaginare oggi per imparare a costruirla al meglio domani. Sarà una casa improntata su canoni nuovi ed il settore si prepara a vivere uno dei più importanti cambiamenti degli ultimi secoli. Non solo mura, non solo pilastri, non solo architettura: una fitta interconnessione di elementi e di intelligenza digitale, una capillare interattività che adatta l’ambiente alla persona e mette quest’ultima al centro dell’esperienza che intende vivere nel proprio nido domestico.

Per iniziare ad immaginare il modo in cui la casa andrà a svilupparsi nei decenni futuri, però, serve anzitutto uno sforzo di fantasia: quel che oggi può sembrare fantascienza, infatti, presto sarà una normalità che il digitale renderà possibile, che i cablaggi renderanno pane quotidiano e che le abitudini consolidate porteranno direttamente nella cultura sociale. Navigare, scaricare film, videochiamare, ma non solo. E la domanda posta da Vodafone diventa un vero e proprio concorso:

Come immagini la casa del futuro? Come vorresti la tua casa 3.0?

Casa dolce casa. ADSL dolce ADSL. Internet dolce internet. E tutte e tre le cose avranno un futuro comune, strettamente collegato: concetti quali “Internet delle cose” o domotica sono di fronte al mercato in attesa di una opportunità. Le aziende si sono già mosse da tempo, ma spesso senza scommettere oltre quel che alcuni limiti culturali impongono: il futuro sarà improntato infatti su un forte cambiamento delle abitazioni, sulla gestione intelligente di input e di output e sulla capacità di dialogo che utente, abitazione e mondo esterno riusciranno a tessere. Al centro di tutto ciò ci sarà la connettività, quel filo sottile che unisce tutto e che entra oggi nelle case tramite l’ADSL. Tutto quel che sta attorno al connettore che porta in casa Internet, però, è completamente da disegnare. Da immaginare:

“Casa 3.0” è un progetto pensato per arricchire l’esperienza di Vodafone Station 2 (la console Vodafone per navigare in rete da casa) e nasce per scoprire e sviluppare nuove idee volte a migliorare l’esperienza di Internet a casa.

Chiunque abbia un desiderio da realizzare, un bisogno da soddisfare, un progetto da sviluppare attorno all’esperienza della rete casalinga può partecipare all’iniziativa inviando la propria idea: le migliori idee pervenute verranno analizzate dal team Vodafone responsabile del prodotto, che ne verificherà la fattibilità.

Dal 28 gennaio al 17 febbraio è possibile proporre le proprie proposte presso l’apposita sezione sul sito Vodafone Lab. Se saranno sufficientemente suggestive, il team Vodafone si prenderà in carico la valutazione di fattibilità. Ogni proposta dovrà essere improntata su tre parametri fondamentali:

  • Il collegamento a Internet deve essere di tipo ADSL o Fibra
  • Protagonista del progetto dovrà essere la Vodafone Station 2
  • L’idea potrà riguardare nuovi prodotti (es. un nuovo device collegato a Internet e alla TV), nuovi servizi (es. mail interattiva) o nuove offerte (es. tariffazione Internet basata sul tipo di traffico)

Dall’11 al 24 marzo avverranno le votazioni per le idee finaliste. Entro il 10 aprile verrà annunciato il vincitore, il quale si aggiudicherà un Samsung Galaxy S III da 32GB. Ed il cui nome contribuirà con un nuovo tassello a dar corpo al progetto della casa del futuro: alla casa 3.0.