QR code per la pagina originale

BlackBerry già lancia la sfida ai Lumia

Il mondo BlackBerry lascia trapelare cauto ottimismo sull'esordio di Z10 e Q10: meglio dei Lumia, dicono alcuni report.

,

Sebbene di dati ufficiali ancora non ce ne siano, e benché la differenza di contesto sia molta e tale da rendere poco raffrontabili le due situazioni, dal mondo BlackBerry sembrano arrivare le prime stilettate contro il mondo Lumia. L’ipotesi che trapela non è tanto nei numeri che BlackBerry sta macinando, quanto piuttosto nel confronto diretto con il top gamma dell’offerta Nokia/Windows Phone.

Più che numeri, insomma, trapelano intenti: è chiaro a tutti, infatti, come il duopolio Android/iOS sia oggi inattaccabile, mentre la corsa per la terza piazza è apertissima. Microsoft si è mossa in tal senso in anticipo, portando sul mercato Windows Phone 7.x prima e Windows Phone 8 in seguito, mentre la controparte RIM si è trasformata in “BlackBerry” ed ha partorito due nuovi smartphone dopo mesi e mesi di assenza dalle cronache. Ora che BlackBerry è tornata sul mercato ha la necessità di graffiare. Subito. Ecco quel che si legge tra le righe delle notizie che trapelano dagli analisti: BlackBerry è qui per lasciare il segno, e la prima zampata è dedicata al rivale diretto.

Nessun numero, per ora: semplicemente alcuni report indicano una «forte domanda» presso talune rivendite, disegnando così con i colori dell’ottimismo quello che è stato l’esordio dei nuovi Z10 e Q10 sul mercato. Il termine di paragone non è certo casuale: il Nokia Lumia 920 è oggi il vessillo massimo dell’offerta Windows Phone, peraltro probabilmente in procinto di essere sostituito da nuovi top gamma in arrivo durante il prossimo Mobile World Congress di Barcellona. Ma mentre il Lumia 920 è soltanto uno dei molti Windows Phone sul mercato, BlackBerry 10 ha ad oggi due sole cartucce da sparare e la strategia futura rimane tutta da delineare.

Dal mondo BlackBerry trapela un cauto ottimismo. E la cautela è d’obbligo, perché i numeri potrebbero diventare un boomerang. La sfida all’accoppiata Microsoft/Nokia è ora frontale, ma non basterà certo l’ottimismo per sancire il vincitore.