QR code per la pagina originale

Crowdsourcing per Google Maps in India

Mapathon 2013 è l'iniziativa lanciata da bigG per spingere gli utenti indiani a utilizzare Map Maker e migliorare così la qualità del servizio Google Maps.

,

Solo pochi giorni fa Google ha annunciato la pubblicazione di nuove mappe per il territorio della Corea del Nord, di gran lunga più dettagliate rispetto a quelle disponibili in precedenza, soprattutto nei pressi della capitale Pyongyang. Un obiettivo raggiunto grazie a Map Maker, lo strumento che consente agli utenti di contribuire al miglioramento del servizio, segnalando inesattezze e aggiornamenti per le strade presenti su Google Maps. Lo stesso avverrà anche in India, come annunciato da bigG sul blog ufficiale del paese asiatico.

Il progetto si chiama Mapathon 2013 e, per stimolare l’utenza indiana a fornire il proprio contributo, il colosso di Mountain View mette a disposizione premi e riconoscimenti per i 1.000 utenti più volonterosi: smartphone, tablet, buoni sconto e merchandise marchiato Google. Del resto Map Maker ha preso vita proprio in India, come spiega il senior product manager Jayanth Mysore nel suo intervento.

Quattro anni fa un gruppo di dipendenti Google, guidato da Lalit Katragadda, ha deciso che era tempo di unirsi agli utenti per migliorare in modo significativo la qualità della mappe in India. Il progetto si fonda sul fatto che gli utenti conoscono la zona in cui abitano, i villaggi e i loro dintorni meglio di chiunque altro. Per questo motivo abbiamo creato Map Maker, uno strumento che permette a tutti di aggiornare e correggere qualsiasi dettaglio delle nostre mappe digitali.

Mapathon 2013: Google invita gli utenti indiani a utilizzare Map Maker per migliorare il servizi Maps nel paese asiatico

Mapathon 2013: Google invita gli utenti indiani a utilizzare Map Maker per migliorare il servizi Maps nel paese

Mapathon 2013 prenderà il via il 12 febbraio, per concludersi il 25 marzo. Al termine di questo periodo il team di Google Maps prenderà in considerazione tutti i contributi inviati per valutarne l’inclusione nella piattaforma, rendendo infine disponibile l’aggiornamento delle mappe. Maggiori informazioni sono a disposizione sulle pagine del sito ufficiale dell’iniziativa.

Fonte: Google • Notizie su: