QR code per la pagina originale

Google+: uno slider per la qualità degli hangout

Novità per gli hangout di Google+: introdotto uno slider per regolare l'utilizzo della banda, dedicato a chi dispone di una connessione poco performante.

,

Non tutti purtroppo dispongono di una connessione a Internet performante. Un problema che limita gli utenti nelle loro attività online, in fase di download dei dati, nella navigazione sul Web o nel caricamento dei file: in altre parole, il digital divide è una piaga purtroppo ancora presente anche in molte aree del nostro paese. A loro è dedicata la nuova funzionalità introdotta da bigG e relativa agli hangout di Google+.

Ad annunciarlo è un post firmato da Tim Blasi, che spiega in cosa consiste lo slider per l’utilizzo della banda visualizzato nell’interfaccia del social network quando si partecipa a un incontro video. Lo scopo è quello di permettere a chi ha qualche problema di connettività di regolare l’ampiezza del traffico dati utilizzato, così da ridurre la qualità del segnale video mantenendo però stabile la propria presenza all’interno dell’hangout. In alternativa, è anche possibile sospendere la trasmissione delle immagini, limitandosi a interagire con l’altro utente (o gli altri utenti) mediante la voce.

  • Slider per la banda disponibile: nell’angolo in alto a destra di ogni hangout è presente un cursore che permette di aggiustare l’utilizzo della banda in tempo reale, così da evitare interruzioni anche in zone coperte da connessioni molto lente.
  • Modalità solo audio: serve per inviare e ricevere solo il segnale audio, riducendo in modo significativo la banda utilizzata per l’hangout. Gli altri utenti vedranno la vostra immagine del profilo.
\Da oggi è possibile impostare la qualità degli hangout su Google+ tramite un semplice slider

Da oggi è possibile impostare la qualità degli hangout su Google+ tramite un semplice slider

Il rollout delle due funzionalità ha già preso il via, ma potrebbero essere necessari alcuni giorni perché la loro diffusione raggiunga tutti i territori. Va precisato che al momento sia lo slider che la “audio-only mode” sono disponibili solamente sulla versione desktop del social network. Una loro implementazione anche nelle app destinate ai dispositivi mobile rappresenterebbe di certo un significativo passo in avanti della piattaforma, sempre più intenzionata a colmare il gap che la separa da Facebook.

Fonte: Tim Blasi su Google+ • Notizie su: ,