QR code per la pagina originale

Buongiorno entra in H-Farm guardando alle startup

La multinazionale entra come socio nel capitale di H-Farm per i finanziamenti alle startup. Verrà lanciato anche il nuovo incubatore di Parma, città natìa.

,

Una grande multinazionale delle telecomunicazioni e un acceleratore di startup digitali. Buongiorno, colosso delle app e dei contenuti a pagamento per smartphone e tablet, ha firmato un accordo per entrare nel prossimo aumento di capitale di H-FARM Ventures, il venture accelerator di startup digitali (per intenderci, quello dei Contamination Lab). L’investimento, cash, di questa compagnia mondiale dimostra le intenzioni comunicate qualche tempo fa dal suo fondatore Mauro Del Rio: aiutare le startup.

L’accordo tra Buongiorno e H-Farm è basato su due opportunità: da una parte, il prossimo round di finanziamenti previsti dall’acceleratore della laguna di Venezia, che così potrà fare ciò che gli viene meglio: sostenere le startup; dall’altra, Buongiorno potrà acquisire le competenze necessarie a interpretare il nuovo ruolo che si è dato, quello di incubatore di startup, cominciato proprio nella città dove è nato 13 anni fa, Parma: la prima startup incubata è Caffeina, una piccola società di marketing digitale che è stata capace di farsi notare a un convegno per il suo notevole portfolio e guadagnarsi il trasferimento nel quartier generale.

Un acceleratore guadagna perciò l’ingresso di un nuovo socio, importante, e questo socio apprende l’esperienza di chi punta alle startup da sette anni. Mauro Del Rio, Presidente e fondatore di Buongiorno, commenta così nel comunicato congiunto:

L’accordo ci permetterà di portare avanti più rapidamente ed efficacemente l’attività di startup incubator che abbiamo intrapreso a inizio anno. Sono certo che la condivisione del know-how delle nostre realtà sarà il carburante migliore per mettere in moto un progetto che ha l’obiettivo di espandersi velocemente e globalmente. Inoltre, H-FARM è un posto bellissimo e un progetto con una visione originale e ambiziosa.

del rio parma buongiorno

Mauro Del Rio anticipava in una intervista sulla Gazzetta di Parma lo scorso gennaio il nuovo corso di Buongiorno: sostenere le startup come incubatore d’impresa.

Riccardo Donadon, fondatore di H-Farm, dal canto suo è altrettanto soddisfatto:

È un segnale molto importante di avvicinamento tra noi e gli amici di Buongiorno. Sono sicuro che questo passo ci può portare molto lontano, aumentando la visibilità delle nostre iniziative e del nostro progetto anche a livello internazionale.

La riflessione è corretta: Buongiorno, facendo parte del gigante giapponese NT DOCOMO, ha una dimensione internazionale che facilita la possibilità, per una startup eventualmente incubata o sostenuta dalla partner, di uscire, esportarsi. Anche di trovare strutture e spazi. Di converso, l’accordo può facilitare anche il percorso contrario, aiutando il sistema italiano delle startup.

Fonte: Buongiorno • Notizie su: