QR code per la pagina originale

RIOT traccia le attività degli utenti su Facebook

Il software effettua la scansione dei contenuti pubblicati sui social network e fornisce un'istantanea della vita sociale e reale delle persone.

,

Una multinazionale statunitense ha realizzato un software in grado di tracciare le attività degli utenti e prevedere i comportamenti futuri, raccogliendo dati dai social network. Il nome del programma è RIOT (Rapid Information Overlay Technology) ed è stato sviluppato da Raytheon, quinto contractor al mondo nel settore della difesa e principale produttore di missili guidati. Ma cosa c’entra questa azienda con Facebook, Twitter e Foursquare? Il software non è stato ancora venduto, ma tra i possibili acquirenti c’è il governo degli Stati Uniti, che potrebbe utilizzare questo potente strumento per “questioni di sicurezza nazionale”.

RIOT trasforma i social network più popolari in potenti mezzi per la sorveglianza, monitoraggio e controllo delle attività, delle abitudini e dei movimenti degli utenti nel mondo reale. Il software consente di ottenere rapidamente un’istantanea della vita di una persona – gli amici, le città che ha visitato o quante volte ha frequentato un determinato luogo – con pochi click del mouse.

Nel video, ottenuto da The Guardian, un dipendente di Raytheon illustra il funzionamento di RIOT utilizzando come “cavia” un suo collega di lavoro (Nick). Il sistema ha scoperto che Nick frequenta spesso il Washington Nationals Park, dove in un’occasione ha scattato una foto insieme ad una ragazza bionda. RIOT ha effettuato la scansione delle informazioni pubblicate sui social network, mostrando non solo le immagini ma anche i luoghi in cui sono state scattate, grazie alle coordinate geografiche inserite dallo smartphone.

Il software è in grado di visualizzare tutte le connessioni sociali e le relazioni tra le persone, analizzando le conversazioni su Twitter e su Facebook. Dai dati GPS di Foursquare, invece, può mostrare in forma grafica i 10 luoghi più visitati con l’ora esatta del check-in. RIOT consente di studiare le abitudini delle persone e prevedere dove andranno o cosa faranno in futuro. Considerata la poca trasparenza dei social network nella gestione dei dati personali, le informazioni pubblicate potrebbero essere raccolte all’insaputa degli utenti.

Un portavoce di Raytheon ha dichiarato che RIOT è un potente sistema di analisi dei dati che può essere utilizzato dai governi per garantire la sicurezza nazionale. Il software rispetta la privacy degli utenti, in quanto non conserva informazioni sensibili, come il numero della previdenza sociale o l’account bancario.

Fonte: The Guardian • Notizie su: ,