QR code per la pagina originale

Spotify: guida alla registrazione e all’utilizzo

Disponibile da oggi in Italia la piattaforma per lo streaming musicale Spotify: ecco come registrarsi e ascoltare oltre 20 milioni di brani, anche gratis.

,

Spotify è tra noi. La celebre piattaforma di streaming musicale debutta finalmente anche in Italia, proprio nel giorno che vede il palcoscenico del Teatro Ariston ospitare la prima serata del Festival di Sanremo. Il servizio, per chi non ne fosse a conoscenza, mette a disposizione un catalogo composto da oltre 20 milioni di brani, da ascoltare sul proprio PC oppure tramite smartphone e tablet, anche in mobilità.

Per l’occasione il sito ufficiale e l’intera interfaccia del software sono stati completamente tradotti in italiano, così da facilitare la registrazione e l’utilizzo di Spotify anche a chi ha poca familiarità con l’inglese. Di seguito è comunque riportato un breve elenco di step da seguire per l’accesso, una sorta di guida utile per portare a termine in pochi minuti il processo di creazione dell’account e il login. Chi desidera dare il via all’ascolto, dunque, non deve far altro che effettuare quanto descritto nei seguenti passaggi.

  1. Visitare l’homepage di Spotify;
  2. Fare click sul pulsante “Ottieni Spotify” (in alto a destra) per scaricare il client sul proprio computer (disponibile anche su Download.HTML.it);
  3. Fare click sul pulsante “Accedi”, poi selezionare una delle due opzioni disponibili: “Accedi con Facebook” o “Accedi con i dati Spotify”. Nel secondo caso è necessario compilare i campi “Nome utente” e “Password” se già posseduti, oppure registrare un account con “Vuoi creare un account Spotify ora?”;
  4. Lanciare il file d’installazione scaricato in precedenza e seguire i passaggi visualizzati fino al termine dell’operazione;
  5. Quando viene mostrata la schermata di login inserire “Nome utente” e “Password” o, in alternativa, accedere tramite Facebook;
  6. Una volta avviato il programma è possibile scegliere se connettere il proprio account con il social network o meno, per poi selezionare o deselezionare l’opzione “Mostra quello che ascolto su Facebook”.

A questo punto ci si trova di fronte all’interfaccia di Spotify e si può dare inizio all’ascolto. Le possibilità offerte sono molte: affidarsi alla sezione “Novità” dove sono elencate classifiche e nuove uscite, scegliere una delle tante “Radio” disponibili suddivise per generi (alternativa, rock, elettronica, folk, hip-hop, jazz, punk, rock ecc.) oppure effettuare una ricerca tramite il campo di testo presente nell’angolo in alto a sinistra della schermata.

È possibile usufruire del servizio in modo del tutto gratuito con la formula Spotify Free, a patto però di consentire la trasmissione di qualche messaggio pubblicitario. In alternativa la piattaforma mette a disposizione gli abbonamenti Spotify Unlimited per 4,99 euro al mese (nessuno spot) e Spotify Premium a 9,99 euro al mese (supporto per smartphone e tablet, qualità sonora più elevata).

Applicazioni, playlist, condivisioni social (il login può essere effettuato sfruttando le credenziali Facebook) ed altro ancora rendono l’esperienza di ascolto e scoperta musicale ulteriormente più ricca e variegata, nel tentativo di rendere l’impatto con la musica quanto più adatto alle consuetudini ed ai gusti di ognuno.