QR code per la pagina originale

Anonymous, colpito il Tribunale di Milano

Gli Anonymous hanno colpito nel fine settimana il Tribunale di Milano portando sul sito una rivendicazione che promette una Rivoluzione Digitale.

,

Il Tribunale di Milano è stato occupato nel fine settimana dagli Anonymous: l’occupazione è stata virtuale, nella forma di un crack sul sito ufficiale del Tribunale portandovi su l’icona tradizionale degli Anonymous ed una rivendicazione propria della filosofia del gruppo.

Toni alti, in una immagine di non semplice lettura a causa dell’effetto oscurante utilizzato sul file, e la firma “LND Team 2013” in calce: «Preparatevi ha inizio l’Apocalisse. E’ la fine per un nuovo inizio. Sta arrivando come l’ira di DIO il vero cambiamento per i giovani del popolo italiano». E continua: «gli italiani sono stufi di essere presi per il culo, derubati, maltrattati dai [incomprensibile] governano e da tutte le lobby che li supportano. Da adesso pagheranno per tutto quello che hanno fatto. Rivoluzione digitale».

Una rivendicazione per molti versi confusa, insomma, nei toni come nei modi: attaccare il simbolo della giustizia (un Tribunale) per colpire le lobby può apparire per molti versi una contraddizione, ma il defacement non porta avanti altre spiegazioni e le motivazioni profonde dell’attacco sono destinate pertanto a cadere sostanzialmente nel vuoto.

Il sito è stato ripristinato nel giro di poche ore, cancellando così l’immagine caricata dagli Anonymous e recuperando in tempi rapidi la normalità:

Defacement del Tribunale di Milano

Defacement del Tribunale di Milano

Notizie su: