QR code per la pagina originale

iOS 6.1.3: la beta risolve il bug delle password

Apple consegna la seconda beta di iOS 6.3.1 agli sviluppatori: l'upgrade pare risolva il bug di sicurezza per il blocco dei terminali targati Mela.

,

iOS 6.1.2 è stato rilasciato al pubblico da pochissime ore, ma Apple pensa già al suo successore: la seconda beta di iOS 6.1.3 è stata infatti consegnata ieri sera agli sviluppatori. Perché tanta fretta di aggiornamenti per il mondo di iPhone, iPad e dei device iOS in generale? La risposta è molto semplice: l’urgenza di rimuovere il bug di sicurezza della password di sblocco.

Come ormai i lettori sapranno, qualche giorno fa è apparso online un video che mostra una grave falla alla sicurezza dei device iOS. Sfruttando un sapiente gioco tra chiamate d’emergenza e pressione del tasto d’accensione, infatti, i malintenzionati possono aver pieno accesso a un device targato Mela senza immettere la password di sblocco. Un fatto, questo, che rischia di mettere a rischio un malloppo di dati sensibili, tra fotografie, indirizzi, dettagli di account di pagamento e molto altro ancora.

Quando il malfunzionamento si è reso evidente, Apple aveva stava già testando iOS 6.1.2, l’upgrade che risolve i problemi di sovraccarico dei server di Microsoft Exchange. Non potendo includere il fix della password in questa release, Cupertino ha pensato di creare un aggiornamento ulteriore da consegnare il prima possibile al pubblico.

Stando a quanto dichiarato dagli sviluppatori, iOS 6.1.3 dovrebbe risolvere completamente il bug della schermata di homescreen e risolvere problemi minori, tra cui il perfezionamento della batteria. Di più non è dato sapere ed è probabile anche che il pacchetto non contenga ulteriori informazioni, considerata anche la dimensione molto ridotta del download.

La seconda beta – per nulla differente dalla prima se non appunto per l’inclusione del recente bugfix – potrebbe essere la finale prima della distribuzione effettiva ai clienti che, a questo punto, potrebbe già giungere la prossima settimana. Nel frattempo, chi avesse aggiornato il proprio device a iOS 6.1 e iOS 6.1.2, presti particolare attenzione al dispositivo: in caso di furto, gli effetti indesiderati potrebbero essere del tutto spiacevoli.