QR code per la pagina originale

Microsoft confronta Outlook.com con Gmail

Microsoft evidenzia la superiorità di Outlook.com rispetto a Gmail, pubblicando un confronto tra le funzionalità. L'unico pecca è l'assenza del supporto IMAP.

,

Dopo aver annunciato la fine della fase beta, Microsoft ha deciso di pubblicare una tabella che raccoglie le principali funzionalità di Outlook.com per dimostrare la superiorità del nuovo servizio di posta elettronica rispetto al concorrente Gmail, accusato recentemente di leggere il contenuto dei messaggi e di vendere le informazioni agli inserzionisti pubblicitari. Finora oltre 60 milioni di utenti ha scelto Outlook.com, un terzo dei quali provenienti proprio dal servizio Google.

Dal confronto effettuato dall’azienda di Redmond, Outlook.com risulta il servizio di web mail più completo. Per quanto riguarda l’aspetto “sicurezza e privacy”, sia Gmail che Outlook.com integrano tecnologie per limitare al minimo lo spam (meno del 3%) e supportano il protocollo SSL. Microsoft, ovviamente, sottolinea che Outlook.com non mostra banner personalizzati in base al contenuto dei messaggi. In realtà, anche in Outlook.com ci sono inserzioni pubblicitarie (nella colonna destra), ma possono essere nascosti dalla barra delle conversazioni se l’utente attiva l’integrazione con Facebook o Twitter. Per eliminare completamente i banner bisogna pagare 19,99 euro/anno.

A differenza di Gmail, Outlook.com offre uno spazio di storage “virtualmente illimitato” e migliori strumenti per la gestione delle email. Con un solo click è possibile marcare come letti i messaggi, eliminarli e filtrarli, creare alias, organizzare la casella di posta creando categorie e cartelle, spostare le newsletter in modo automatico e creare regole (ad esempio, “cancella dopo 3 giorni”). Ovviamente da Outlook.com si possono visualizzare, modificare e condividere documenti Office mediante le Office Web Apps, ma gli utenti di Gmail useranno sicuramente Google Drive/Docs.

Come detto, Outlook.com consente il collegamento degli account Facebook, Twitter e LinkedIn, oltre che la chat su Facebook. Gmail invece è integrato solo con Google+. L’unico difetto del servizio Microsoft è l’assenza del supporto IMAP per l’accesso da dispositivi mobile. Altre due lacune, che verranno colmate nei prossimi mesi, sono l’integrazione di Skype e il nuovo Calendario.

Fonte: Microsoft • Notizie su: ,