QR code per la pagina originale

iPad 5: online le prime custodie

Appaiono sul Web le prime cover per l'imminente iPad 5: di dimensioni più piccole del tablet attualmente il commercio, il design è simile a iPad Mini.

,

Appaiono online le prime custodie di iPad 5, la nuova versione del tablet Apple che potrebbe essere presentata entro la primavera. Il leak del case, ormai un’abitudine consolidata per i device iOS, è sempre molto interessante: permette, infatti, di capire a grandi linee quali saranno la dimensione e il design del dispositivo. E per la quinta versione di iPad di certo le sorprese non mancheranno.

L’indiscrezione proviene questa volta del produttore MiniSuit, così come riporta MacRumors, già pronto alla commercializzazione di custodie in silicone per iPad 5. Da quanto è possibile ipotizzare dall’immagine trapelata, il tablet sarà lievemente più piccolo del predecessore iPad con Display Retina, con un design che assomiglierà in tutto e per tutto al piccolo iPad Mini.

Sebbene misure precise non siano state fornite, pare che iPad 5 sarà lievemente più contenuto sia in altezza che in larghezza, pur mantenendo una diagonale a schermo da 9,7 pollici. Tutto ciò è possibile grazie ai nuovi schermi IGZO, che consentono di ridurre gli spazi perimetrali necessari al circuito per funzionare correttamente. Non si tratta, però, dell’unica riduzione: sembra che anche lo spessore sarà decisamente più contenuto, una sorta di step intermedio tra iPad 2 e la versione attualmente in commercio. I fori sulla cover, infine, confermano l’ovvia presenza di una fotocamera posteriore, dei tasti volume, del jack superiore e di un connettore Lightning per la ricarica e la connessione al computer.

Da tempo pare essere confermato un design simile a iPad Mini, sia nelle forme che nel ricorso all’alluminio anodizzato, questo leak non fa altro che confermare questa ipotesi essendo la cover praticamente gemella a quella già in vendita per il piccolo device, solo di dimensioni maggiori.

È comunque opportuno prendere con le pinze quel che proviene dal mondo delle custodie, perché non sempre i produttori di terze parti sono stati forieri di previsioni azzeccate. Nel 2011, ad esempio, gli incessanti rumor su un iPhone 5 a goccia hanno fatto letteralmente impazzire tutte le società dedite alla fabbricazione di cover, tanto che migliaia di modelli sono apparsi sul mercato prima dell’effettiva presentazione del device. Peccato, però, che di quell’iPhone 5 non vi è mai stata ombra: quell’anno Apple decise di presentare solo iPhone 4S. Vi è da sottolineare, tuttavia, come sul mondo iPad effettivamente ogni previsione sia stata confermata, determinando così un tasso d’affidabilità maggiore.