QR code per la pagina originale

Nuovi MacBook Pro Retina display: le performance

Lo speed-bump delle CPU dei nuovi MacBook Pro permette di ottenere miglioramenti in termini di performance che variano dal 3% al 5%.

,

Apple ha recentemente aggiornato la linea MacBook Pro con Retina display apportando qualche gradita novità agli utenti, ma si tratterebbe solamente di una modesta evoluzione di prodotto: a livello di performance, apportano un aumento del solo 3-5% rispetto ai modelli precedenti.

Primate Labs ha infatti avuto modo di condurre dei test di benchmark sui nuovi MacBook Pro con display Retina, rilevando come vi siano davvero poche novità a livello prestazionale rispetto al passato. Questo perché le nuove CPU scelte da Apple per la versione da 15 pollici del notebook con la mela morsicata hanno incrementato di appena 100 MHz la velocità di clock, determinando dunque prestazioni piuttosto simili a quanto avuto a disposizione finora.

Viene spiegato inoltre come «una cosa da sottolineare è che il nuovo MacBook Pro Retina mid-range ha la stessa velocità di processore del modello high-end. Tuttavia, il nuovo mid-range è lievemente più lento del vecchio modello high-end. E sebbene ciò possa apparire curioso di primo acchito, in realtà la differenza si spiega facilmente confrontando i due processori: la vecchia CPU high-end possiede più cache del mid-range più recente».

Un fenomeno simile è riscontrabile anche con i MacBook Retina, anche se l’aumento di 100 MHz nel processore è stato introdotto solo per i modelli di fascia alta della gamma, ovvero quelli con memoria SSD da 256 GB. In questo caso, infatti, l’aumento delle performance ha raggiunto il 3-5%, così come per la gamma Pro.

Certo, non è trascurabile il fatto che Apple abbia introdotto non solo qualche miglioria alle specifiche hardware dei nuovi prodotti – e di conseguenza, alle performance – e alla scocca, che è stata ottimizzata, dato che si deve tenere in considerazione che Cupertino ha optato anche per un generale ribasso dei prezzi. Come dire, performance migliori a un minor costo.

Fonte: Primate Labs • Via: IDG • Notizie su: , ,