QR code per la pagina originale

LibreOffice, disponibile la versione 4.0.1

The Document Foundation aggiorna la suite di produttività open source apportando varie ottimizzazioni in termini di qualità e stabilità.

,

The Document Foundation (TDF) ha annuncia la disponibilità di LibreOffice 4.0.1 per Windows, Mac OS e Linux, il primo aggiornamento per la suite lanciata con grande successo all’inizio di febbraio. TDF comunica che oggi sono oltre 100.000 al giorno gli indirizzi IP unici che richiedono l’update della suite (erano solo 25.000 a febbraio 2012). La nuova versioni apporta diversi miglioramenti in termini di qualità delle singole applicazioni incluse e una stabilità complessiva.

The Document Foundation consiglia l’installazione di LibreOffice 4.0.1 all’utenza consumer, mentre le aziende e le grandi organizzazioni dovrebbero optare per LibreOffice 3.6.5, più solida e stabile, con un supporto professionale. L’ultima release del software non introduce nuove funzionalità, ma varie ottimizzazioni per quelle esistenti. L’elenco completo della novità è disponibile su Download HTML.it, da cui è possibile anche scaricare la suite di produttività open source.

Il team di documentazione ha inoltre rilasciato la guida “Getting Started with LibreOffice 4.0” (per il momento solo in lingua inglese), disponibile in formato PDF e ODF sul sito ufficiale, oppure in versione stampata su Lulu (15,76 euro).

La fondazione ha rilasciato una nuova versione di LibreOffice Impress Remote per tutte le piattaforme (Windows, Mac OS e Linux) che trasforma uno smartphone Android in un telecomando per le presentazioni multimediali di Impress. Per utilizzare la funzionalità è sufficiente effettuare il pairing Bluetooth tra terminale e notebook, attivare il controllo remoto nelle opzioni del software e lanciare l’app sullo smartphone. LibreOffice Impress Remote è disponibile sul Google Play Store.

Speciale: LibreOffice
Commenta e partecipa alle discussioni