QR code per la pagina originale

RapidShare, addio all’upload senza limiti

Da domani il servizio di file hosting RapidShare non consentirà più l'upload illimitato sui propri server: gli utenti dovranno acquistare tagli da 250 GB.

,

RapidShare è uno dei servizi di file hosting più conosciuti di tutto il Web, lanciato nel 2002 da un’azienda svizzera e ancora oggi attivo. Fino a pochi giorni fa la piattaforma metteva a disposizione degli utenti una formula gratuita con 5 GB di spazio per il caricamento dei propri documenti o contenuti multimediali, a fianco di un’offerta a pagamento per l’upload illimitato. Questa seconda modalità di utilizzo sparirà a partire da domani, sostituita dall’obbligo di acquistare tagli da 250 GB.

Una decisione che ha mandato su tutte le furie i molti iscritti che hanno già messo mano al portafogli in passato e vedono ora cambiare improvvisamente i termini del servizio. I vertici di RapidShare, dal canto loro, si difendono dichiarando di aver tutto il diritto di apportare una simile modifica senza alcun preavviso. È significativo l’esempio riportato sulle pagine di CNET, con l’utente che 18 mesi fa ha messo mano al portafogli sborsando 199 euro per aver diritto a due anni di upload illimitato e ora rischia di veder cancellati tutti i propri file, con altri sei mesi di servizio già pagato e di cui non potrà usufruire: mantenere online gli oltre 5 TB caricati gli costerebbe oltre 700 euro al mese. Le nuove tariffe sono infatti pari a 10 euro al mese per ogni 250 GB di spazio messo a disposizione.

Rapidshare cambia i termini di servizio: da domani niente più upload illimitato per gli iscritti alla formula RapidPro

RapidShare cambia i termini di servizio: niente più upload illimitato per gli iscritti alla formula RapidPro

All’inizio del 2011 anche Mozy, un altro servizio di file sharing e backup online, ha eliminato l’opzione relativa all’upload illimitato, concedendo però agli utenti di poterne usufruire fino al termine del contratto già stipulato. Ecco la dichiarazione rilasciata da un portavoce di RapidShare alla redazione di CNET.

In accordo con i nostri termini di utilizzo, siamo in diritto di cambiare le caratteristiche del servizio RapidPro. I clienti a cui non piace la nuova formula hanno 30 giorni a disposizione per eliminare i file e ricevere un rimborso proporzionale alla durata dell’abbonamento non utilizzato.

Rimane invece a disposizione di tutti la possibilità di sottoscrivere un account gratuito, con 5 GB di spazio sui server del cyberlocker offerti senza alcuna spesa. In questo caso però, va ricordato, i file vengono automaticamente cancellati dopo 90 giorni di inutilizzo.

Fonte: CNET • Notizie su: ,