QR code per la pagina originale

Come uscire da Google Reader

Google illustra agli utenti Google Reader le operazioni da compiere per poter esportare i propri dati prima che il servizio chiuda i battenti.

,

Google ha iniziato ad avvisare i propri utenti del fatto che a partire dal 1 luglio il servizio Google Reader verrà definitivamente spento, lasciando così spazio soltanto ai rimpianti ed alle ricerche per un sostituto all’altezza. La notizia è ormai stata diffusamente discussa, ma Google ha voluto adoperare ogni cautela informando per tempo gli utenti con un avviso che non lascia spazio ad interpretazioni:

Google Reader non sarà più disponibile a partire dal 1 Luglio 2013.

Al click sull’apposito pulsante di approfondimento, Google offre (anche in lingua italiana) alcune indicazioni utili a comprendere i passi da effettuare per uscire indenni da Google Reader portandosi appresso tutti gli appunti necessari per la miglior esperienza possibile sui feed di interesse. Il passaggio obbligato è Google Takeout, servizio che consente di “liberare” i dati lasciandoli nelle mani dell’utente, il quale potrà così decidere di esportare la propria collezione rivivendola sopra un nuovo servizio omologo e compatibile allo standard.

Google Reader verrà disattivato il 1 luglio 2013. Se prima di allora desideri scaricare una copia dei tuoi dati di Reader, puoi farlo tramite Google Takeout. Riceverai i dati di sottoscrizione in un file XML e le seguenti informazioni verranno scaricate come file JSON

Nella fattispecie, il download permetterà di ottenere i seguenti dettagli:

  • Elenco delle persone che segui
  • Elenco delle persone che ti seguono
  • Elementi contrassegnati come Speciali
  • Elementi Mi piace
  • Elementi che hai condiviso
  • Elementi condivisi dalle persone che segui
  • Note che hai creato
  • Elementi con commenti

Un semplice click consente di avviare il download del proprio materiale. «Una volta scaricati», spiega Google, «i dati di sottoscrizione saranno facilmente trasferibili su un altro prodotto dal quale potrai continuare la lettura online».

Notizie su: