QR code per la pagina originale

Codacons denuncia Libero.it e Virgilio.it

L'associazione di consumatori ha presentato un esposto contro i due servizi, colpevoli a sua detta di bloccare le mail dei privati verso più destinatari.

,

Il Codacons ha comunicato oggi di aver presentato un esposto alle Procure della Repubblica di Roma e Milano affinché vengano tempestivamente verificati alcuni disservizi legati ai server di Libero.it e di Virgilio.it. Secondo l’associazione di consumatori, da qualche tempo gli utenti che utilizzano indirizzi mail con questi due domini per spedire messaggi massivi a più destinatari vengono bloccati.

L’esposto del codacons arriva dopo diversi tentativi di contattare ItaliaOnLine srl, società – un marchio storico del web italiano – che dal mese scorso raggruppa tutti i brand e gli asset di Matrix spa e di Libero srl. Tentativi pare rimasti senza alcun riscontro.

Il casus belli è proprio l’utilizzo da parte dell’associazione di questi servizi di host per la sua attività: necessitando di inviare comunicazioni e aggiornamenti via mail a più destinatari (ad esempio sullo stato delle class action, sugli sviluppi di azioni collettive, ecc.), si è accorta che molti iscritti non ricevevano nulla, restando ignari del problema.

Considerati i danni di immagine ed economici subiti dall’associazione, che ritiene di essere stata inserita in una black list dai server, il Codacons ha inviato un esposto alle due Procure della Repubblica chiedendo di aprire una indagine e sanzionare eventuali comportamenti illegittimi.

Difficile dire se si tratti davvero di una black list oppure di un problema tecnico, né se per caso la recente aggregazione societaria abbia comportato in qualche modo una difficoltà di comunicazione tra l’azienda e il suo cliente. Resta il fatto della denuncia, per il momento non commentata dagli interessati.

Fonte: AGI • Notizie su: