QR code per la pagina originale

Anche Google al lavoro su uno smartwatch

Un orologio intelligente sta prendendo vita nei laboratori di Mountain View: anche Google avrà il proprio smartwatch, molto probabilmente con Android.

,

Realtà come Sony o Pebble sono state lungimiranti: gli smartwatch sembrano essere la “next big thing”, ovvero la prossima novità capace di ritagliarsi una fetta di mercato propria all’interno del mondo tecnologico. Samsung sembra già avere in cantiere un dispositivo di questo tipo, così come Apple e stando ai rumor odierni anche Google. Una fonte ha infatti riferito alla redazione del Financial Times che anche nei laboratori di Mountain View si sta progettando un orologio intelligente.

Il team scelto per la sua realizzazione non sarebbe però lo stesso di Glass, ovvero Google X, ma quello di Android. Questo porta a ipotizzare tempi di sviluppo e produzione inferiori rispetto a quelli degli occhiali per la realtà aumentata e ovviamente una profonda integrazione con il sistema operativo mobile del robottino verde. Il gruppo californiano come sempre non commenta il rumor, dunque è quasi impossibile al momento fare previsioni sulle specifiche tecniche del device, sul funzionamento o sulla data di lancio.

Un brevetto depositato da bigG riguarda però proprio uno smartwatch equipaggiato con un doppio display “flip up” e un’interfaccia touch. Va inoltre ricordato che Motorola, acquisita da Google lo scorso anno, ha già commercializzato un prodotto di questo tipo nell’ottobre 2011: MotoACTV, annunciato in concomitanza con il primo modello della linea smartphone Droid RAZR. Quello in fase di realizzazione a Mountain View dovrebbe però avere caratteristiche ben differenti.

I dispositivi intelligenti da tenere al polso sono pronti a invadere il mercato. Nei prossimi mesi, e con tutta probabilità nei prossimi anni, prodotti di questo tipo faranno il loro debutto permettendo agli utenti di visualizzare le notifiche ricevute o controllare gli smartphone senza doverli tirare fuori dalla tasca. Senza dubbio un’innovazione che sta attirando l’interesse dei più importanti produttori, il cui successo commerciale è però ancora tutto da verificare.