QR code per la pagina originale

Apple è sempre più green

Apple ha raggiunto il traguardo del 100% di energia rinnovabile in alcuni data center, ed è da sola in grado di produrre il 75% del fabbisogno annuale.

,

Apple utilizza attualmente solo fonti energetiche rinnovabili per tutti i propri data center. Lo ha reso noto la stessa azienda di Cupertino tramite un aggiornamento condiviso sul proprio sito ufficiale, tramite cui spiega di aver raggiunto l’obiettivo che si era posta in passato, ovvero di passare a un’energia completamente green.

Apple ha installato degli impianti solari di ultima generazione su ben 100 acri di terreno a Maiden (Carolina del Nord); questi vengono utilizzati per generare l’energia necessaria ad alimentare i propri data center. Inoltre, nella medesima location verrà anche prodotto biogas che, a sua volta, verrà convertito in elettricità. In generale e a livello globale, la Mela è già in grado di produrre da sola il 75% del proprio fabbisogno energetico annuale, ma il fine è quello di arrivare al 100%:

Spiega infatti l’azienda che «i nostri investimenti stanno dando i loro frutti. Abbiamo già raggiunto il traguardo del 100% di energia rinnovabile nei data center in Austin, Elk Grove, Cork e Monaco e nel nostro campus Infinite Loop di Cupertino. Per tutte le nostre strutture a livello globale copriamo il 75% del fabbisogno e ci aspettiamo che questa cifra salga ancora […]. Non ci fermeremo fino a quando non raggiungeremo il 100%».

L’uso delle fonti rinnovabili negli stabilimenti Apple in tutto il mondo è in crescita del 114% e l’obiettivo finale è quello di alimentare ogni stabilimento aziendale esclusivamente con fonti di energia rinnovabili, ovvero solare, eolica, idroelettrica e geotermica. «Anche se non riusciamo a produrla da noi, la compriamo, investendo in progetti locali innovativi», spiega la società nel comunicato.

Addio dunque all’approvvigionamento a carbone e a petrolio per i numerosi server che sorreggono iCloud, ed è così dunque che Apple mette fine alle polemiche createsi dopo il rapporto che Greenpeace ha pubblicato nel 2012, tramite cui appunto si denunciava l’operato poco green dell’azienda guidata da Tim Cook.

Fonte: Apple • Via: GreenStyle • Notizie su: