QR code per la pagina originale

Apple vuole ampliare FaceTime e iMessage

Apple è alla ricerca di ingegneri per implementare nuove funzioni in FaceTime e iMessage: vi saranno delle gradite sorprese in iOS 7?

,

Apple vuole migliorare l’esperienza d’uso di FaceTime e iMessage, due delle funzioni di punta di iOS, con nuove feature. Lo si apprende da un annuncio di lavoro apparso sulle pagine ufficiali dell’azienda di Cupertino: la Mela è alla ricerca di ingegneri software per il miglioramento delle due applicazioni, forse per il futuro lancio di iOS 7.

«Sarai responsabile dell’implementazione di nuove funzioni per le applicazioni già esistenti di FaceTime e iMessage, così come della creazione di complesse nuove applicazioni.»

Questo un estratto dell’annuncio, una posizione lavorativa che lascia davvero poco spazio al dubbio. Ma quali sono le caratteristiche che le due applicazioni potranno presentare nella prossima versione per il sistema operativo degli iDevice?

iMessage è sicuramente una delle funzioni più apprezzate dagli utenti targati Mela, con oltre 450 miliardi di messaggi scambiati allo scorso gennaio. Per chi non lo conoscesse, si tratta di un parente lontano di WhatsApp per le piattaforme targate mela morsicata, in grado di far comunicare gratuitamente fra di loro gli iPhone, gli iPad, gli iPod Touch e tutti i Mac dotati di OS X Mountain Lion. In via del tutto ipotetica, iMessage potrebbe essere aggiornato con funzioni di chat di gruppo, una migliore unificazione degli account e – anche se improbabile – una versione per Windows o altre piattaforme.

FaceTime è invece la videochiamata in salsa Mela, sempre tra iDevice e con i Mac abilitati, da OS X Lion in avanti. Tra gli upgrade più attesi, l’estensione della videochiamata su rete 3G per tutti gli iDevice, una qualità audio e video migliorata, l’integrazione con i social network e la possibilità di effettuare videoconferenze di gruppo.

Particolare attesa anche sul versante della grafica: come già ribadito più volte, con la cacciata di Scott Forstall dalle fila di Cupertino lo skeumorphismo si avvia alla morte programmata. Jonathan Ive, ora a capo dell’evoluzione di iOS 7, ha già parlato di un’interfaccia pulita, minimalista e poco ingombrante. Se questo proposito si riflettesse anche su queste due applicazioni, quali sarebbero i cambiamenti? Si dirà addio alle classiche nuvolette per un look più neutrale? Mancano pochi mesi per saperlo, qualora la presentazione del nuovo iOS rispettasse le canoniche tempistiche della WWDC.

Fonte: Apple • Via: Cult Of Mac • Notizie su: ,