QR code per la pagina originale

MixShape: playlist Spotify per ogni occasione

Spotify, in collaborazione con Microsoft e The Echo Nest, lancia MixShape, uno strumento per la creazione automatica di playlist musicali personalizzate.

,

Ancora una novità per Spotify, la piattaforma dedicata allo streaming musicale disponibile anche in Italia dal mese scorso. Si tratta questa volta di una Web app chiamata MixShape, realizzata in collaborazione con Microsoft e con il team The Echo Nest, per offrire agli utenti uno strumento intuitivo dedicato alla creazione di playlist personalizzate adatte a ogni occasione.

Per utilizzarla basta raggiungere il sito mixshape.ie e seguire le istruzioni mostrate. Va specificato che il portale è ottimizzato per l’interazione da dispositivi touchscreen con sistema operativo Windows 8 e Internet Explorer 10, ma non sono stati riscontrati problemi nemmeno su altri browser (Chrome su Windows 7 nel nostro test). La prima cosa da fare è decidere che tipo di playlist creare, scegliendo fra le quattro categorie proposte in base alla situazione in cui si intende ascoltarla: Romantico, Party, Allenamento, Lavoro. Ognuna di queste opzioni ne offrirà poi altre più specifiche, come “Lazy sunday”, “Chill out”, “Sprint” o “Studying”.

MixShape è la Web app realizzata in collaborazione con Microsoft, per la creazione di playlist Spotify personalizzate

MixShape, Web app realizzata in collaborazione con Microsoft per la creazione di playlist Spotify personalizzate

Per ogni playlist generata è possibile inserire fino a 300 pezzi, selezionandoli tra quelli preferiti già collegati al proprio account oppure affidandosi alle liste preimpostate da MixShape. Dalla prova effettuata emerge che nel secondo caso si ottengono spesso risultati poco inerenti all’ambito selezionato. Per fare un esempio, generando un elenco di pezzi utili a focalizzare l’attenzione sullo studio evitando distrazioni, il sistema ha inserito brani noise rock di una band come A Place to Bury Strangers, certamente poco adatti per concentrarsi.

Va infine segnalato che gli utenti Windows 8 hanno la possibilità di effettuare il pinning delle playlist create direttamente sulla Start screen del sistema operativo, grazie all’apposita funzionalità offerta da IE10. Un esperimento interessante, che dimostra l’evoluzione del modo di ascoltare e scoprire nuova musica, con al centro ancora una volta la tecnologia di Spotify, piattaforma capace negli ultimi mesi di imporsi all’interno del crescente business relativo allo streaming musicale.